Le città del Mondiale: Recife

Le 12 sedi dei Mondiali raccontate da chi ci è nato. La nostra guida per la quarta tappa è Marinita Neves, giornalista - Porto Alegre - Salvador - Rio de Janeiro

Una delle tante spiagge di Recife – Credits: Werner Zotz/Fifa.com

Dario Pelizzari

-

In collaborazione con l'Ufficio culturale dell'Ambasciata del Brasile, vi proponiamo un viaggio alla scoperta delle 12 città che ospiteranno il Mondiale 2014. La quarta tappa è Recife.

La guida
Si chiama Marinita Neves. Ha lasciato la sua città natale, Recife, nel 2001 per seguire all'Università Gregoriana di Roma un dottorato di Retorica politica. Da allora, ha lasciato l'Italia soltanto per farvi ritorno qualche settimana più tardi. Nel nostro Paese ci era già stata in precedenza per ragioni professionali: in Brasile, faceva la giornalista e insegnava all'università. Ha fondato inoltre una ong, Auçuba, che si batte per diffondere l'educazione tra i giovani.

Cosa vedere
“E' una città che si affaccia sul mare, impossibile non fare i conti con le nostre spiagge, tutte bellissime. A Recife c'è poi un'abitudine che non ho trovato altrove. Consiste nel darsi appuntamento sulle spiagge nelle notti di luna piena per assistere da vicino allo spettacolo offerto dalla natura. Per noi, è una consuetudine. Tanto che i bar della zona marittima raccolgono tantissime persone in queste occasioni. Nel periodo dei Mondiali, Recife sarà in piazza per la tradizionale Festa Junina, che propone canti e balli fino all'alba, fuori d'artificio, ma anche tanti, tantissimi piatti a base di mais, il prodotto tipico della nostra regione. E' una festa che coinvolge tutta la città ed è particolarmente sentita da tutti gli abitanti dell'area metropolitana. Consiglio inoltre di visitare il museo di Ricardo Brennand, che propone un viaggio nella cultura della nostra città, ma anche del resto del mondo”.

Cosa evitare
“Attenzione al mare, che da qualche anno è popolato di tantissimi squali. E' necessario seguire le raccomandazioni che si trovano un po' ovunque, fuori e dentro le spiagge. Chi conosce la zona, sa dove fare il bagno, ma i turisti spesso fanno di testa loro e purtroppo ogni anno ci sono dei morti. E poi, siamo in Brasile, non in Europa: non uscite mai da soli di sera. E' rischioso, le rapine sono all'ordine del giorno e la ragione è presto detta. A Rio de Janeiro e San Paolo le favelas si trovano nella periferia, mentre a Recife no, la favela è proprio nel mezzo della città, lungo il fiume”.

Cosa mangiare
“Mais a parte, che si trova in molti dei nostri piatti, consiglio vivamente di assaggiare la tapioca, un vegetale derivato dalla radice della manioca. Voi italiani lo mangiate negli omogeneizzati destinati ai bambini. A Recife viene cotta in forno e prende la forma di una piadina, sulla quale si può adagiare del cocco o del formaggio di capra. In città, la vendono anche su bancarelle improvvisate ai bordi delle strade.

Cosa indossare
“Nella regione del Pernambuco non ci sono le classiche quattro stagioni, bensì altre due: quella del sole e quella della pioggia. La prima va da settembre a febbraio, la seconda da marzo ad agosto. Intendiamoci, non fa freddo, io non ho mai indossato un cappotto e non ho mai dovuto calzare stivali, però ogni tanto piove. Che arrivano senza grande preavviso. Possiamo dirlo, non è il periodo migliore per visitare Recife”.

Forse non tutti sanno che...
“In Rua da Gloria, nel centro città, si trova l'atelier del pittore Rinaldo, ormai molto conosciuto in tutto il Paese, anche se non sono molte le guide turistiche che ne fanno menzione. La moglie di Rinaldo ha un ristorante dove si mangia benissimo. Non sono pochi i turisti che vanno all'atelier convinti di trovare tavoli e cibo”.

Calcio: indicazioni per l'uso
“Come in tutto il Brasile, a Recife il pallone è una cosa seria. La città ospita tre squadre: Nautico, Sport e Santa Cruz. Ogni volta che si incontrano, il traffico si ferma. Io sono del Nautico per ragioni di famiglia, ma devo ammettere che è il Santa Cruz il club più popolare, anche perché ha vinto gli ultimi tre campionati federali. Ogni squadra ha uno stadio tutto suo, ma in occasione dei Mondiali la Fifa ha deciso di costruirne uno nuovo, l'Arena Pernambuco, che diventerà il quartier generale del Nautico”.

Numeri e curiosità

Fondata nel 1537

Abitanti: 1.537.704 (censimento 2009)

Altitudine: 10 m sul livello del mare

Fuso orario: UTC-3 (le 12 a Roma, le 8 a Recife)

Stato federato: Pernambuco

Sono nati a Recife, tra gli altri, i calciatori Hernanes, Rivaldo e Juninho Pernambucano.

Le partite del Mondiale

14 giugno – Costa d'Avorio-Giappone (fase a gironi)

20 giugno – Italia-Costa Rica (fase a gironi)

23 giugno – Croazia-Messico (fase a gironi)

26 giugno – Stati Uniti-Germania (fase a gironi)

29 giugno – Ottavi di finale

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

1934-2010: l'Italia ai Mondiali di Calcio

In attesa di vedere la nostra Nazionale impegnasta a Brasile 2014, ecco gli azzurri che sono stati protagonisti nelle passate edizioni

Mondiali 2014, presentata la maglia dell'Italia

Puma ha svelato i nuovi kit da gioco per gli azzurri in vista della coppa del Mondo in Brasile

Tutti gli stadi di Brasile 2014

Ecco i 12 impianti che ospiteranno le partite dei Campionati del Mondo di calcio dal match inaugurale del 12 giugno alla finale del 13 luglio 

Commenti