Calcio

La Fifa contro il Real Madrid: mercato vietato per un anno?

Secondo i giornali catalani il club di Perez sarà sanzionato come il Barcellona. Decisione già presa (ma non comunicata)

kovacic

Giovanni Capuano

-

Il Real Madrid sarà sanzionato dalla Fifa con il blocco delle attività di mercato per due sessioni così come accaduto al Barcellona che finirà di scontare la propria squalifica il prossimo 31 dicembre. A sostenerlo è un articolo pubblicato dal quotidiano catalano Mundo Deportivo secondo il quale la decisione sarebbe stata assunta già a qualche mese, ma non ancora ufficializzata.

Da un anno era aperta un'indagine sul club di Florentino Perez, accusato di aver tesserato in maniera non consentita 50 giocatori delle giovanili. Lo stesso peccato che aveva portato al blocco del mercato del Barcellona per due sessioni (lo scorso gennaio e quella estiva) e che il club ha provato ad evitare giustificando ogni singolo movimento con i ragazzi.

Spiegazioni che non avrebbero convinto la Commissione disciplinare della Fifa. Il blocco, però, scatterà solo nel momento in cui la sanzione sarà comunicata ufficialmente e qui si aprono scenari diversi che rendono impossibile ogni previsione. Il precedente del Barcellona chiarisce, infatti, come in presenza di un ricorso ci sia la possibilità di congelare per qualche mese il divieto.

Dunque, l'interesse del Real Madrid è che la comunicazione arrivi il più tardi possibile. Se scivolasse al 2016, ad esempio, gli uomini mercato di Perez potrebbero operare nella finestra invernale e poi, magari, ottenere la sospensiva per l'estate così da poter programmare una serie di acquisti sufficienti a coprire anche il successivo blocco: si tratterebbe di anticipare a gennaio e giugno 2016 le campagne di rafforzamento fino al 2017-2018.

In caso contrario, il ricorso potrebbe salvare la finestra invernale del 2016 ma non quella estiva. Secondo quanto scrive il Mundo Deportivo il silenzio della Fifa è inspiegabile perché la decisione è stata presa lo scorso mese di luglio. Alla richiesta di chiarimenti, un portavoce del massimo organismo del calcio mondiale ha risposto che "le informazioni sui procedimenti sono confidenziali" e che "la Fifa non è in grado confermare la notizia della sanzione".

A Barcellona, però, sono sicuri e pregustano la vendetta dopo i dodici mesi di sofferenza della Masìa con tutte le polemiche legate ai tesseramenti dei giovani blaugrana provenienti da mezzo mondo. Solo a gennaio Luis Enrique potrà avere i rinforzi richiesti, due dei quali (Aleix Vidal e Arda Turan) già al lavoro con lui visto che il blocco riguarda il tesseramento e non la possibilità di acquisire giocatori.

© Riproduzione Riservata

Commenti