Ranking Uefa, una settimana da primi della classe

Nessuno come noi nel secondo turno: 4 vittorie, un pari e solo il k.o. del Napoli. Dall'inizio della stagione solo Spagna, Inghilterra e Germania meglio di noi. E l'Europa League...

Euleague MD2 1 Ansa

La gioia di Coutinho per il gol contro il Neftci Baku – Credits: Ansa

Giovanni Capuano

-

Questa volta possiamo davvero festeggiare perché siamo stati i migliori in Europa. Peccato per la brutta figura del Napoli in Europa League e per il pareggio sofferto della Juventus. Peccato ma poco importa. L'Italia è stata la migliore nel ranking Uefa del secondo turno delle coppe con 4 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta. Una prestazione che vale 1,500 punti e che ci consente di respirare allontanando per un po' Francia, Portogallo e Olanda che premono alle nostre spalle.

Era da tempo immemorabile che non ci accadeva e segna un'inversione di tendenza perché nei primi due mesi di stagione europea è l'Europa League che sta portando frutti maggiori (16,5 punti) rispetto alla Champions League (13 punti). E' vero che le squadre italiane continuano a mandare un po' troppe riserve in giro per l'Europa e che siamo stati favoriti anche da avversari obiettivamente scarsi come Maribor e Neftci. Però il segnale c'è ed è giusto raccoglierlo.

Nel ranking generale restiamo quarti a quota 54,647 punti e ne conserviamo 2,481 sulla Francia che ci tallona. Più staccato il Portogallo (52,001 punti, 2,646 in meno di noi). La buona notizia è che nella classifica stagionale siamo risaliti dal 15° posto del primo turno fino al 4° insieme proprio ai francesi. Significa che fin qui solo le tre grandissime (Spagna, Inghilterra e Germania) stanno correndo di più mentre nel nostre dirette avversarie accusano qualche passaggio a vuoto.

Sul Portogallo, ad esempio, guadagnamo quasi mezzo punto ed è il riferimento che più ci interessa, visto che per il gioco degli scarti, che scatteranno a fine anno e che ci costringeranno a buttare via i punteggi della stagione 2008-2009, i portoghesi ci hanno già virtualmente superato al quarto posto e hanno ad oggi un vantaggio di 1,944 punti. Tanto ma non incolmabile da qui a maggio se riusciremo a portare almeno tre-quattro squadre ai quarti di finale delle due competizioni.

Inutile guardare alla Germania e sognare di riagganciare la terza posizione che vale una squadra in più in Champions. I tedeschi volano e sono oggi irraggiungibili. Accontentiamoci del piccolo record di questa settimana. Non capitava da anni, chissà che non ci faccia venire la voglia di credere davvero di poter tornare a dominare in Europa come accadeva qualche tempo fa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Emozione Udinese, chiamateli leoni di Anfield

Straordinario successo dei friulani contro il Liverpool. Di Natale trascinatore rilancia il nostro calcio in Europa proprio con la squadra più discussa

Commenti