Calcio: tutte le promesse estive

La stagione sta per cominciare e dai ritiri delle big della Serie A giocatori, allenatori e dirigenti non lesinano impegni di vario tipo...

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis – Credits: ANSA/CUOMO/SSC NAPOLI

Dario Pelizzari

-

L'estate, si sa, è la stagione dei sogni e delle speranze per chi frequenta le stanze più o meno luminose del calcio internazionale. I tifosi intonano cori ai nuovi idoli in calzoncini corti e questi ultimi, presi dall'entusiasmo generale e dal tiro incrociato della stampa, regalano spesso e volentieri promesse che col passare dei mesi, per ragioni di campo ma pure di logica, si trasformano in chimere. Ecco un campionario delle dichiarazioni più reboanti rilasciate ai mezzi d'informazione dai padroni del vapore del pallone made in Italy. Scudetto e Champions, a ciascuno il suo.

NAPOLI

Aurelio De Laurentiis - 1

"Scudetto? Quest’anno ce la giochiamo fino alla fine, senza dubbi. Dobbiamo giocare la Champions altrimenti non si arriva all’orgasmo"

Aurelio De Laurentiis - 2

"Sì, scudetto. Lo voglio. Spero sia l’anno giusto, tutti si stanno rinforzando, ma noi abbiamo il vantaggio di avere per il secondo anno di fila un ottimo allenatore: Rafa Benitez"

Christian Maggio

"Scudetto? E’ l’obiettivo, prima o poi…"

Faouzi Ghoulam

"Lotteremo anche noi per lo scudetto e per arrivare più lontano possibile in Champions League, giocheremo senza paura"

Rafael

"Ho tanti sogni: spero di puntare allo scudetto, di rivincere la Coppa Italia, di fare bene in Champions League e di tornare in nazionale"

José Maria Callejon

"Vorrei sfidare Cristiano Ronaldo nella finale di Champions League, e vincere. Non mi sento un pazzo. Possiamo arrivare in fondo con questo Napoli. Non abbiamo paura di nessuno"

ROMA

Francesco Totti

"Siamo stati costruiti per vincere lo scudetto, dobbiamo lottare per farlo e pure per arrivare il più lontano possibile in Champions"

James Pallotta

"Lo scudetto? È il nostro obiettivo. Ma vogliamo fare bene anche in Europa e, perché no, provare a vincere la Champions. Sì, possiamo fare come l’Atletico Madrid, la nostra rosa ce lo permette, speriamo solo di non avere altri infortuni dopo quello di Strootman"

Rudi Garcia

"L’unica pressione che abbiamo è quella che viene da noi stessi. Sappiamo che il nostro obiettivo è lo scudetto"

Ashley Cole

"Sono venuto a Roma per vincere lo scudetto"

Manuel Iturbe

"Lo scudetto? Tutti lo vogliono vincere"

JUVENTUS

Massimiliano Allegri

"Lo scudetto? Roma e Napoli fanno bene a crederci, saranno avversarie durissime, però i favoriti restiamo noi"

Carlos Tevez - 1

"E’ un bene che la Roma e il Napoli pensino di essere meglio di noi. Questo, però, si vedrà solamente dentro il campo. Bisogna avere rispetto, perché i campioni d’Italia siamo noi"

Carlos Tevez - 2

"Con la squadra che c’è già, con un aiutino dal mercato e credendoci un po’ di più è possibile sognare in Coppa, è possibile dare questa allegria al popolo juventino"

Fernando Llorente

"Riconfermarci in A sarebbe fondamentale. Ma non sarà facile: la Roma si è rinforzata, anche il Napoli, Milan e Inter"

INTER

Antonio Cassano

"Se ragiono col cuore, da interista vorrei che il titolo lo vincesse la squadra nerazzurra. Lo spero per il club di cui sono tifoso da sempre ma non certo per il suo allenatore"

Juan Jesus

"Ora è presto, ma se andremo sempre in campo con la giusta rabbia faremo tre punti in ogni gara"

Nemanja Vidic

"Gli obiettivi? Giocare meglio dell’anno scorso e andare in Champions"

Erick Thohir

"Vidic sarà un grande condottiero"

MILAN

Stephan El Shaarawy

"L’obiettivo non può che essere tornare in Champions, quindi arrivare fra le prime tre. Questo gruppo se lo merita"

Adil Rami

"Lo scudetto? Io facevo il meccanico e ora sono qui, tutto è possibile"

Philippe Mexes

"Ai tifosi prometto che per fine agosto saremo competitivi. Ritengo che il Milan abbia le qualità per competere con le grandi squadre come Juve e Roma. Sì, sullo stesso livello: si parte tutti da zero, no?"

FIORENTINA

Vincenzo Montella

"Il presidente Della Valle ha detto che sulla carta ci sono 4-5 squadre più forti di noi e che non possiamo lottare per lo scudetto. Ha ragione. Ma la carta non gioca"

© Riproduzione Riservata

Commenti