Calcio

Preliminare Champions League: tutti i precedenti delle squadre italiane

Il Napoli all'ultimo ostacolo prima della qualificazione nel girone. In passato 10 eliminazioni di cui 6 nelle ultime 7 stagioni

preliminari champions league squadre italiane precedenti

Giovanni Capuano

-

Il rapporto tra le squadre italiane e il preliminare di Champions League è particolarmente tormentato e ricco di delusioni. Non è andata sempre male, ma dalla riforma Platini che ha creato un doppio binario di accesso ai gironi per le squadre campioni dei campionati minori e per le piazzate delle top league (tra cui la Serie A) il bilancio è diventato negativo.

In tutto sono 25 i playoff in cui i club italiani si sono misurati nel mese di agosto dal 1999 al 2016: in 15 casi è arrivata la qualificazione mentre 10 volte la squadra è stata eliminata e costretta a ripiegare sull'Europa League.

La media cala notevolmente dal 2009-2010, anno della citata riforma: solo Fiorentina (2009) e Milan (2013) hanno saltato l'ostacolo. Tutte le altre si sono fermate sul più bello lasciando il contingente italiano privo di una squadra. Con effetti sulla competitività del nostro campionato.

preliminare champions league squadre italiane precedenti

Un momento di Roma-Porto stagione 2016-2017 - 16 agosto 2017 – Credits: MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images

Tutti i precedenti italiani nel preliminare di Champions League

Ecco l'elenco delle sfide delle squadre italiane nell'ultimo preliminare di Champions League, quello che porta ai gironi. Il format è cambiato con il passare degli anni e in alcune stagioni abbiamo avuto anche due club impegnati contemporaneamente. In grassetto le volte in cui le italiane si sono qualificate:

1999-2000 Rangers Glasgow-Parma 2-0 0-1 (eliminata)

1999-2000 Fiorentina-Widzew Lodz 3-1 2-0

2000-2001 Helsingborg-Inter 1-0 0-0 (eliminata)

2000-2001 Milan-Dinamo Zagabria 3-1 3-0 

2001-2002 Parma-Lille 0-2 1-0 (eliminata)

2001-2002 Copenaghen-Lazio 2-1 1-4

2002-2003 Milan-Slovan Liberec 1-0 1-2

2002-2003 Sporting Lisbona-Inter 0-0 0-2

2003-2004 Lazio-Benfica 3-1 1-0

2004-2005 Juventus-Djurgarden 2-2 4-1

2004-2005 Basilea-Inter 1-1 1-4

2005-2006 Sporting Lisbona-Udinese 0-1 2-3

2005-2006 Shaktar Donetsk-Inter 0-2 1-1

2006-2007 Levski Sofia-Chievo 2-0 2-2 (eliminata)

2006-2007 Milan-Stella Rossa 1-0 2-1

2007-2008 Lazio-Dinamo Bucarest 1-1 3-1

2008-2009 Juventus-Artmedia 4-0 1-1

2008-2009 Fiorentina-Slavia Praga 2-0 0-0

2009-2010 Sporting Lisbona-Fiorentina 2-2 1-1

2010-2011 Werder Brema-Sampdoria 3-1 2-3 dts (eliminata)

2011-2012 Arsenal-Udinese 1-0 2-1 (eliminata)

2012-2013 Sporting Braga-Udinese 1-1 6-5 dcr (eliminata)

2013-2014 Psv-Milan 1-1 0-3

2014-2015 Napoli-Athletic Bilbao 1-1 1-3 (eliminata)

2015-2016 Lazio-Bayer Leverkusen 1-0 0-3 (eliminata)

2016-2017 Porto-Roma 1-1 3-0 (eliminata)

Come cambierà la Champions League dal 2018

Quello del Napoli contro il Nizza è l'ultimo preliminare di una squadra italiana prima della nuova riforma che dal 2018 consegnerà l'accesso diretto al girone alle prime quattro squadre dei quattro campionati leader nel ranking Uefa. L'Italia ci arriva alle spalle di Spagna, Germania e Inghilterra e con un consistente vantaggio sulla Francia.

Dunque basta partite decisive in agosto e più spazio nel girone, con accesso anche al ricco montepremi che la Uefa garantisce a chi prende parte alla fase finale della manifestazione. Anche la suddivisione di premi e diritti tv cambierà, ma sempre in modo favorevole alla Serie A che conta di tornare protagonista.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Champions League 2017-2018: la guida completa

La corsa alla finale di Kiev del 26 maggio 2018: squadre partecipanti, date, orari, gironi, format e montepremi. Chi dopo il Real Madrid?

La riforma della Champions League: ecco cosa cambia dal 2018

La rivoluzione imposta da Eca e Uefa crea regala quattro posti all'Italia. Ranking per club, squadre, diritti tv, giorni e orari: tutte le novità

Champions League in streaming su Facebook? Sì, ma solo negli USA

Gli utenti americani potranno vedere una ventina di partite gratis dalla pagina FB di Fox Sport. Verso una nuova modalità di fruizione del calcio

Sky si prende i diritti tv della Champions League: ecco cosa cambia dal 2018

Battuta la concorrenza di Mediaset (che rilancia sulla Serie A). Prezzi, tecnologia e l'abbinata con l'Europa League fino al 2021

Commenti