Calcio

Perisic via subito, l'Inter ci pensa (per investire ancora)

Il croato continua a piacere a Manchester United e Atletico Madrid. Potrebbe garantire la plusvalenza per dare l'assalto a Chiesa

perisic inter manchester united atletico madrid calciomercato

Giovanni Capuano

-

Ivan Perisic via subito, già nel mercato di gennaio, per dare una scossa alle operazioni dell'Inter. L'idea che fino a qui era stata respinta con forza viene ora presa in considerazione dal club nerazzurro, visto anche il rendimento deludente dell'esterno croato che non è più tornato quello del passato dopo il Mondiale da protagonista.

Come Panorama aveva anticipato a inizio dicembre (QUI L'ARTICOLO DI PARAMETRO ZERO), Perisic per primo considera in chiusura la sua storia in Italia, cominciata nell'estate del 2015 su input di Mancini. Già due anni fa era stato tentato dalla Premier League, ma l'offerta non era stata considerata sufficiente e il pressing di Spalletti lo aveva convinto a rimanere.

Adesso la situazione è cambiata. Il Manchester United e l'Atletico Madrid (giocherebbe la Champions contro la Juventus) continuano a mandare segnali e a Milano la valutazione è che intorno ai 40 milioni di euro si potrebbe fare il sacrificio. Soldi che garantirebbero la chiusura di ogni pendenza con l'Uefa per le questioni di Fair Play Finanziario e che in estate faranno parte del tesoretto da investire in un grande colpo.

Il sogno si chiama sempre Federico Chiesa che la Fiorentina considerà incedibile oggi, ma che è nel mirino di tante big compresa l'Inter. In ogni caso, l'eventuale partenza di Perisic segna una conferma ulteriore dell'influsso di Marotta sul mondo nerazzurro: vendere anche i big per rinforzarsi è sempre stato il suo modo di lavorare alla Juventus. Fin Zhang e Ausilio avevano operato in maniera differente. Adesso la politica di mercato è cambiata.


© Riproduzione Riservata

Commenti