Graziano Pellè
Calcio

Pellè e il contratto record in Cina: 38 milioni (in due anni e mezzo)

L'attaccante della nazionale firma e diventa l'italiano più pagato. Ma dice addio al Mondiale...

Graziano Pellè dimentica in fretta l'amarezza per il rigore sbagliato contro la Germania e che è costato, insieme ad altri, il sogno azzurro di arrivare a Parigi a giocarsi l'Europeo. Dal cucchiaio mancato alla firma da record sul contratto che lo legherà fino al 31 dicembre 2018 al club cinese dello Shandong Luneng alla mirabolante cifra di 38 milioni di euro. Una montagna di soldi cui è impossibile dire di no e che lo renderà il giocatore italiano più pagato al mondo, scavalcando in un colpo solo anche Giovinco, emigrato nella Mls per fare il pieno di dollari, e ponendolo al livello dei top manager che allenano i più importanti club d'Europa essendo partiti dall'Italia. 

Impossibile dire di no. Anche se la nuova squadra è penultima nel campionato cinese, ha messo insieme la miseria di 13 punti in 16 giornate e rischia seriamente la retrocessione. Pellè aveva davanti l'opportunità di sistemare intere generazioni della sua famiglia e l'ha colta, dicendo addio alla Premier League che lo ha reso abbastanza grande da entrare nel giro della nazionale ed arrivare all'Europeo. 

A 31 anni non c'erano alternative, anche se la scelta di emigrare in Cina toglierà a Ventura uno dei punti di forza della nazionale che da settembre sarà impegnata nella corsa per agguantare un posto nel Mondiale di Russia del 2018. Inutile girarci intorno: le esperienze passate, comprese le ultime di Pirlo e Giovinco, spiegano bene come alcuni tornei non garantiscano un ritmo e un allenamento spendibile poi nel calcio europeo. Per Ventura un problema in più, per gli attaccanti del giro azzurro la chance di occupare un tassello nel puzzle del nuovo ciclo. 

Sulla quotazione-record dello stipendio di Pellè, invece, niente da dire. E' la nuova frontiera del calcio, che ha permesso all'Inter di essere rilevata da Suning con una quotazione forse superiore alle attuali condizioni del club e che sta rendendo la Cina l'Eldorado di tanti campioni sul viale del tramonto. Storicamente questi esperimenti sono poi falliti con il passare del tempo, dalla prima Mls in poi. Ma oggi questa è la realtà e Pellè non poteva fare davvero nient'altro che prendere al volo il treno.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti