Matteo Politanò

-

È andata in scena allo stadio Olimpico di Roma la partita "Uniti per la pace", l'evento benefico organizzato da Papa Francesco per raccogliere fondi a favore di Amatrice e delle zone italiane terremotate lo scorso 24 agosto. 

Poco meno di 10 mila persone erano presenti allo stadio per uno spettacolo che ha visto scendere in campo giocatori che hanno fatto la storia del calcio: oltre a Totti e Maradona, anche Ronaldinho, Cafu, Candela, Burdisso, Di Natale, Veron, Davids, Bojan, Abidal, Karanka, Di Natale, Kanoute, Crespo, Cavenaghi e molti altri. 

La partita è terminata 4-3 per la squadra bianca, in rete sono andati Bojan, Crespo, Burdisso e Cavenaghi. Un gol in più della squadra blu, quella di Totti e Maradona, che dopo i primi gol di Di Natale e Kanoute ha visto il capitano della Roma andare in rete proprio su assist del "Pibe de Oro".

Unico neo della serata il litigio tra Maradona e Juan Sebastian Veron, ennesima tensione tra i due dopo che in estate l'ex stella del Napoli aveva accusato il connazionale di essere "un traditore dell'Argentina che si atteggia da dirigente". Maradona, che non avrebbe voluto Veron all'evento, è stato allontanato da Cafù dopo aver detto "voglio solo parlare" ma secondo i presenti a bordo campo sarebbe stato pronunciato un inequivocabile "hijo de puta" nei confronti dell'ex laziale. 

© Riproduzione Riservata

Commenti