Calcio

Champions League 2017-2018: ecco le avversarie di Juventus e Roma

Tutto su Tottenham e Shakhtar Donetsk che affronteranno le italiane negli ottavi di finale a febbraio e marzo. L'esito dei sorteggi di Nyon

champions league 2017 2018 finale kiev

Giovanni Capuano

-

L'urna di Nyon è stata benevola con le italiane in vista degli ottavi di finale della Champions League 2017-2018. Evitate tutte le big e due abbinamenti sulla carta abbordabili per Juventus (se la vedrà con il Tottenham Hotspur) e Roma (opposta allo Shakhtar Donetsk). Poteva andare peggio, soprattutto alla squadra di Allegri entrata nel sorteggio dalla seconda fascia e destinata con alte probabilità a uno scontro più duro.

Gli ottavi di finale, in programma tra febbraio e marzo, regalano un paio di accoppiamenti da brividi. Quasi delle semifinali anticipate come nel caso della sfida Real Madrid-Psg (andata al Bernabeu) o di Chelsea-Barcellona che è il remake di un confronto visto spesso in questi ultimi anni di Champions League. Le altre grandi possono festeggiare, invece, perchè il Basilea (Manchester City), il Siviglia (Manchester United) e il Besiktas (Bayern Monaco) non sembrano ostacoli così duri da togliere il sonno alle favorite.

champions league 2017 2018 tabellone ottavi di finale

Il tabellone degli ottavi di finale della Champions League – Credits: FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images

Tutto sul Tottenham Hotspur, avversario della Juventus

Gara d'andata a Torino il 13 febbraio, ritorno a Londra il 7 marzo 2018

Il Tottenham Hotspur è una delle rivelazioni della prima fase della Champions League. Si è qualificato agli ottavi di finale quasi contro pronostico, dominando il girone H in cui era inserito con Real Madrid e Borussia Dortmund. Poteva sembrare il vaso di coccio in mezzo a quelli di ferro e, invece, ha battuto due volte su due i tedeschi, strapazzato il Real in casa (3-1) e resistito al Bernabeu dove è uscito con un pareggio.

Sulla carta è la meno forte delle inglesi passate in blocco alla seconda parte, ma attenzione alle sorprese e anche ai precedenti che sono favorevolissimi ai londinesi contro le italiane. Solo la Fiorentina nell'Europa League 2014-2015 è riuscita a passare mentre Milan (1972 e 2011) e Inter (2012) hanno avuto più di un problema così come gli stessi viole nell'incrocio dell'inverno 2016 sempre in Europa League.

Pochettino schiera il Tottenham cercando di valorizzare al meglio le qualità di Harry Kane, il gioiello che sarà al centro anche del prossimo calciomercato. Lo schema preferito è il 4-2-3-1 con i talentuosi Eriksen e Alli alle spalle dell'attaccante. Nella rosa, ma non con un ruolo da titolare, c'è anche l'ex juventino Llorente. La difesa può essere messa anche a tre e in quel caso la linea dei trequartisti perde un uomo.

Tutto sullo Shakhtar Donetsk, avversario della Roma

Gara d'andata in casa dello Shakhtar il 21 febbraio, ritorno a Roma il 13 marzo 2018

Lo Shakhtar Donetsk è la squadra che ha fatto piangere il Napoli strappando la qualificazione alle spalle del fortissimo Manchester City. La gara chiave è stata quella del debutto in Ucraina, vinta per 2-1 e sulla quale è stato costruito un girone in cui sono arrivate solo due sconfitte: al San Paolo contro i partenopei (segnale che fa sperare la Roma) e a Manchester contro il City. La vittoria contro Guardiola nell'ultima giornata non fa testo perché gli inglesi ci sono arrivati qualificati e rimaneggiati.

Il tecnico dello Shakhtar è Fonseca che dopo il passaggio del turno ha rispettato una vecchia scomessa e si è vestito da Zorro. Gli ucraini giocano un 4-2-3-1 impreziosito dal talento dei brasiliani Marlos e Bernard che sono stati i trascinatori nella prima fase insieme all'attaccante Ferreyra. La difesa non è insuperabile: 9 gol subiti nel girone.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Champions League 2017-2018: la guida completa

La corsa alla finale di Kiev del 26 maggio 2018: squadre partecipanti, date, orari, gironi, format e montepremi. Chi dopo il Real Madrid?

Champions League 2016-2017: quanto hanno incassato le squadre

La Juventus è il club più ricco con la finale di Cardiff: 110 milioni. La classifica della distribuzione premi e ricavi dell'Uefa: anche il Napoli nella Top5

Commenti