Calcio

Orsato torna ad arbitrare la Juve e scatena i complottisti

L'ultima volta il disastro di San Siro, 216 giorni dopo designato per la gara con la Fiorentina. Sospetti e veleni su uno dei migliori in Italia

orsato juventus polemiche sospetti complotti

Giovanni Capuano

-

Daniele Orsato è uno dei migliori arbitri italiani. Anzi, per qualche tempo lo è stato in assoluto insieme a Rocchi la cui presenza (raccogliendo l'eredità di Rizzoli) ha forse precluso al veneto qualche soddisfazione in più nel corso della sua carriera. Orsato per tutti, in Italia, è l'arbitro che non ha espulso Pjanic in Inter-Juventus del 28 aprile scorso, spianando la strada (per i complottisti) alla conquista del settimo scudetto di fila dei bianconeri.

Quella sera Orsato fu protagonista di una prestazione mediocre. Anzi, peggio che mediocre. Diresse male toccando l'apice nel mancato rosso al bosniaco ma infarcì la sua serata di una serie di scelte errate mostrando a tutti di essere in condizione non accettabile per un big match della Serie A.

Non è un caso che Inter-Juventus sia stata l'ultima partita arbitrata da Orsato nella passata stagione. Fu mandato in Qatar a dirigere un match locale e poi sparì dalle rotazioni per riapparire al Mondiale di Russia come addetto al Var insieme a Irrati e Valeri. 

Ora, 216 giorni dopo Inter-Juventus, Orsato è stato chiamato ad arbitrare Fiorentina-Juventus. Qual è il problema? Nessuno, se non fosse che la designazione di Rizzoli ha risvegliato gli istinti bassi dei coltivatori della teoria del sospetto e i dietrologi in servizio permanente ed effettivo.

Il Mondiale mancato, la crisi e la gavetta

La domanda che circola in molte piazze italiane - in maniera un po' pelosa - è: "Era opportuno che Orsato tornasse a fare un big match ripartendo proprio dalla Juventus che aveva 'favorito' nella corsa scudetto con il Napoli?". L'anticamera dell'accusa, velata, di essere stato rispolverato proprio per dare ai bianconeri un arbitro amico per una trasferta insidiosa.

Spazzatura da social, ovviamente. Orsato ha fatto una pessima stagione, la scorsa, forse anche perché deluso dal non essere stato selezionato come arbitro di campo per il Mondiale nell'ultima occasione della sua carriera. Anche chi ha un fischietto in bocca è un uomo, vive di sogni e disillusioni.

Rizzoli lo ha tolto di mezzo dopo quella sera e gli ha fatto fare nuovamente la gavetta in Serie A dandogli gare minori nei primi tre mesi con l'eccezione di Lazio-Fiorentina a ottobre. Un'occasione per testare anche qualche uomo che sarà protagonista nel futuro oltre che il modo di tenerlo lontano dalle polemiche.

Il ruolino da top in Champions League

Orsato, però, rimane uno degli arbitri di maggiore affidamento e talento del panorama europeo. Dunque, mentre in Italia è ripartito dal basso in Serie A, in Europa Rosetti lo ha ampiamente utilizzato in alcuni dei match più importanti della Champions League: Manchester City-Lione, Atletico Madrid-Borussia Dortmund e Bayern Monaco-Benfica. Oppure Germania-Francia di Nations League.

Deve essere piaciuto così tanto che il designatore lo ha continuamente richiamato alzando l'asticella. Ora, la domanda per i coltivatori del sospetto a tutti i costi è questa: affidereste Fiorentina-Juventus a un arbitro che ha quel ruolino stagionale? La risposta sarebbe ovviamente sì, se solo non l'avessero associato al nome di Orsato e a tutto l'armamentario di dietrologia e veleni che rischia di soffocare il nostro calcio.

© Riproduzione Riservata

Commenti