Calcio

Napoli e Juventus, ecco quanti punti servono per vincere lo scudetto

Allegri ne voleva 82, ma ne serviranno molti di più. La media dal 2004 è 85 ma Higuain e Dybala stanno correndo più forte

FC Juventus v Torino FC - TIM Cup

Giovanni Capuano

-

Il sospetto è che le previsioni di Allegri dei mesi scorsi siano destinate a svanire senza realizzarsi. Napoli o Juventus, chiunque vincerà lo scudetto dovrà farlo mettendo in cascina tanto fieno da qui a maggio perché non saranno sufficienti gli 80 (o 82) punti vaticinati da Max nel momento più difficile della stagione, quando i bianconeri erano lontanissimi dalla zona alta della classifica.

Merito delle serie da primato delle due squadre che non perdono più un colpo. Dopo lo scontro diretto dello Stadium, che ha sancito il sorpasso dei bianconeri sui partenopei grazie al gol di Zaza, la situazione è abbastanza delineata: difficilmente si starà sotto la media delle ultime stagioni con campionato a 20 squadre e vittoria che vale 3 punti. Anche se la caduta del Napoli ha eroso qualche decimale dalla proiezione.

La proiezione scudetto dopo la 24° giornata

La continuità di successi di Napoli e Juventus ha fatto impennare la proiezione per la vittoria dello scudetto. Dopo la 25° giornata siamo addirittura a 86,6 punti che significherebbe fare più o meno come la prima Juve di Allegri (stagione 2014-2015) e il secondo titolo di Conte (2012-2013) restando sotto soltanto ai 102 punti dell'annata in cui è stato stabilito il primato assoluto per la serie A. 

Gli 86-87 punti della proizione rappresenterebbero la quarta prestazione all-time con il format del campionato a 20 squadre e tre punti per la vittoria perchè oltre ai già citati 102 di Conte ci sono i 97 dell'Inter post-Calciopoli di Mancini e i 91 della Juve di Capello nel 2005-2006, poi cancellati dalla giustizia sportiva.

Se si prendono in considerazione gli ultimi 11 tornei, emerge che i 57 punti del Napoli sono perfettamente in linea con scudetti vinti da 85 punti in su: nelle uniche dua stagioni in cui ne sono bastati 82, infatti, la capolista alla 25° aveva solo 55 (Inter 2009-2010) o 52 (Milan 2010-2011) punti a questo punto della stagione.

La quota scudetto con la serie A a 20 squadre

La media scudetto dal 2004 a oggi è di 87,9 punti. Solo due volte (Inter 2010 e Milan 2011) ci si è fermati a 82 e si è rimasti sotto quota 84 che rappresenta la forbice bassa di qualsiasi statistica prenda in considerazione una possibilità di vittoria nei tornei con 20 squadre e tre punti per vittoria.

Se si vogliono togliere da questa media i due campionati 'anomali' per punteggi della squadra tricolore, il risultato si abbassa ma non cambia la sostanza. Evitando di conteggiare i 97 punti di Mancini (2006-2007) e i 102 di Conte (2013-2014), infatti, la media diventa 85,3 punti. 

Lo stesso succede se si analizza i tornei partendo dal presupposto dell'equilibrio che, nella convinzione comune, porta chi è in testa a lasciare per strada diverse opportunità. Solo 4 volte su 11 la classifica finale ha mostrato una distanza tra prima e seconda pari o uguale a 4 punti e la media scudetto in quelle stagioni è stata di 85,5. Dunque non ci si sposta da quella cifra. Come minimo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fuori i secondi: Napoli e Juve record allo scontro scudetto

Sarri conquista l'8à vittoria consecutiva e supera Maradona, Allegri non si ferma più: sabato sfida allo Stadium

Commenti