Calcio

Ronaldo e Mourinho: così il Psg progetta una squadra da Champions

Clamorosa doppia trattativa dello sceicco Al-Khelaifi. La fine dei paletti del fair play e la squalifica del Real Madrid

Real Madrid vs. Schalke 04

Giovanni Capuano

-

La suggestione è forte e potrebbe rivoluzionare il calciomercato della prossima estate. Un autentico terremoto che parte da Parigi e fa sentire i suoi effetti a Madrid e in Inghilterra, dove le certezze sull'approdo di Mourinho al Manchester United stanno venendo meno con il passare delle settimane.

L'idea, però, che Mou e Cristiano Ronaldo possano trovarsi uniti al servizio del Paris Saint German è qualcosa più della somma di due indiscrezioni giornalistiche, ma un vero e proprio progetto. Gli emiri del Qatar hanno deciso di provare a fare il salto di qualità definitivo per rendere il Psg non solo una squadra dominante in Francia, dove ha conquistato il quarto titolo consecutivo con un vantaggio abissale sulla seconda, ma anche in Europa.

Al-Khelaifi e Ronaldo: trattativa in corso

Che il Psg sia su Cristiano Ronaldo lo scrive niente meno che France Football. L'attaccante portoghese e il suo entourage avrebbero incontrato i proprietari del club parigino già cinque volte nel corso dell'inverno, l'ultima dopo la tripletta di CR7 contro il Wolfsburg che ha spianato alle merengues la strada delle semifinali della Champions League.

Ronaldo avrebbe utilizzato il suo jet privato per raggiungere Parigi insieme all'assistente personale e all'amico agente Annas Oufizi: blitz di poche ore con la promessa reciproca di tornare sull'argomento. Una notizia bomba che nasconde una serie di verità con le quali a Madrid si stanno misurando nel finale di una stagione contraddittoria, che potrebbe ancora regalare gioie sia in Liga che in Europa.


Psg senza più limiti Uefa e quella squalifica del Real che pesa...

Dall'estate scorsa il Psg è uscito dai vincoli imposti dall'Uefa per il mancato rispetto del fair play finanziario. Significa che può spendere quello che vuole a patto di rispettare le regole generali. Rispetto al passato, è diventato un club in grado di fatturare al pari delle big europee; nell'ultima classifica Deloitte era al quarto posto con 480,8 milioni di euro alle spalle di Real Madrid, Barcellona e Manchester United e davanti al Bayern Monaco e al Manchester City.

Insomma, le possibilità economiche ci sono. Non per coprire la stratosferica clausola del portoghese (un miliardo di euro), ma per garantirgli un ingaggio da favola e incentivarlo a lasciare Madrid. Il contratto che lo lega al Real scade nel giugno 2018, ma la prospettiva di non poter fare mercato nel 2017 a causa della squalifica Fifa - oggi congelata dai ricorsi del Madrid - obbliga Florentino Perez ad affrontare adesso il futuro di Cristiano.

Il momento è quello giusto e a Parigi lo hanno capito. Il Real potrebbe anche anticipare una rivoluzione tecnica facendo sul mercato le operazioni necessarie per limitare i danni dello stop probabile nel 2017. Un discorso che riguarda anche il futuro di Benzema e Morata.

Mourinho e l'idea di sostituire Blanc

L'altro tassello di Al-Khelaifi è dotare il Psg di un allenatore di livello internazionale, abituato a vincere la Champions League. Da qualche settimana i rumors dall'Inghilterra raccontano di un ripensamento del Manchester United, che vorrebbe affidarsi a Giggs. Il contatto tra Mou e il Psg è stato raccontato da Sky Sports che ha svelato la volontà dei parigini di chiudere con Blanc.

Dopo l'eliminazione per mano del City, lo sceicco aveva confermato Blanc. Parole che, però, potrebbero perdere di consistenza davanti all'opzione di costruire da subito uno squadrone dominante in Europa. Senza Ibrahimovic, che non avrebbe posto in un attacco con Ronaldo, e quasi certamente senza Cavani. Ma questa potrebbe essere una buona notizia per la Juventus...

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ibrahimovic e il Psg, la maledizione senza fine della Champions League

Lo svedese una sola volta in semifinale rischia di chiudere senza trofei, lo sceicco ha speso 559 milioni di euro

La Roma, Salah, il caso Regeni e l'esempio del Psg

Lo striscione "Verità per Giulio" è dato in forse all'Olimpico per la presenza del calciatore egiziano. Mentre in Francia...

Commenti