JM 5
Calcio

Mou contro Eva, guerra totale: "Non verrà in panchina con il Chelsea"

Il tecnico portoghese conferma la rottura con il medico dopo la polemica: "E' una mia responsabilità e non è detto che sia per sempre"

Eva Carneiro, il medico del Chelsea epurato dopo la polemica di settimana scorsa seguita all'intervento sul terreno di gioco nei minuti finali della sfida contro lo Swansea, non sarà in panchina nella seconda giornata della Premier League. A confermare le voci è stato lo stesso Jose Mourinho nella conferenza stampa di preparazione della gara contro il Manchester City: "Eva Carneiro e Jon Fearn (il fisioterapista intervenuto con la dottoressa per soccorrere Hazard ndr) domenica non verranno in panchina. E' una mia decisione, ma questo non significa che non ci andranno più in futuro. Decidere chi viene in panchina è una mia responsabilità, giocatori e staff medico" ha spiegato Mou, finito al centro di una polemica furiosa che ha occupato le pagine dei giornali inglesi, uscendo anche dalle semplici cronache sportive.

Tanti hanno preso le difese della bella Eva, scagionata da un video in cui si capisce come sia stato il direttore di gara a chiedere con insistenza l'intervento per soccorrere Hazard. Altre immagini mostrano il momento della lite con Mourinho che avrebbe apostrofato la dottoressa con l'appellativo di "figlia di p...". Un tono che non è piaciuto a nessuno e che ha schierato l'opinione pubblica inglese e non solo dalla parte della Carneiro. Mou non se ne fa un problema e tira dritto: niente scuse (come richiesto dalla Carneiro che potrebbe anche adire le vie legali) e bando dalla panchina confermato: "C'è chi va in panchina in un modo e chi, invece, va in panchina pensando a quello che possa pensare la gente sul suo conto".

Il copione di Mou contro tutti non è, ovviamente, un inedito in Inghilterra e ovunque. Le sue litigate con giocatori, dirigenti, giornalisti e componenti dello staff medico sono celebri in ogni club in cui ha allenato nella sua carriera, lunga, vincente e controversa. Il sospetto è che spesso lo Special One usi questo sistema anche per distogliere l'attenzione dal campo. Il Chelsea è partito male nella stagione post-conquista della Premier League: sconfitta nel Charity Shield contro l'odiato Wenger e il suo Arsenal e pareggio in casa con lo Swansea. Che sia questa la spiegazione di tutto?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti