Giovanni Capuano

-

L'Argentina perde contro la Croazia e rischia di uscire prematuramente dal Mondiale dove era arrivata da protagonista. Uno choc per l'intero popolo argentino, che ha vissuto il crollo della sua nazionale a Russia 2018 come un momento di umiliazione per l'intero Paese.

Scene di disperazione si sono viste davanti ai maxi schermi allestiti per seguire la sfida di Nizhny Novgorod, già decisiva per Messi e compagni. Giovani in lacrime, il volto dell'incredulità di una nazione che attendeva la chance mondiale per cancellare la delusione della finale persa in Brasile nel 2014.

Che volto ha la sconfitta? Ecco una carrellata di occhi e lacrime argentini. Il fascino potente di un Mondiale che viene vissuto come processo di identificazione totale nella propria nazionale; nella vittoria e nella sconfitta.

Per saperne di più


© Riproduzione Riservata

Commenti