Simona Santoni

-

È iniziata la festa del calcio, a Mosca. Alle 17.30 ora locale hanno preso il via i Mondiali di Russia 2018, con l'Italia esclusa di lusso. La cerimonia d'apertura è stata ritmata dall'esibizione del cantante britannico Robbie Williams e da quella della soprano russa Aida Garifullina, che hanno proposto anche un duetto. 

Il Luzhniki Stadium ha accolto il duo con un giro di applausi. La pop star inglese ha cantato alcuni dei suoi grandi successi, a partire da Let Me Entertain You. Intanto sul prato verde sfilavano le bandiere delle 32 nazionali partecipanti.

L'ex portiere della Spagna Iker Casillas ha portato nello stadio la coppa Fifa, vinta l'ultima volta, quattro anni fa in Brasile, dalla Germania. In campo anche il Fenomeno brasiliano Ronaldo, che ha accompagnato un bambino che ha calciato con la mascotte del torneo un pallone usato dagli astronauti russi nello spazio. 

Il presidente russo Vladimir Putin, insieme al numero uno della Fifa Gianni Infantino, ha ufficialmente dato il via ai Campionati del mondo: "Sono felice di accogliervi nel leggendario stadio Luzhniki, benvenuti in Russia". Ovazione nello stadio. 

A seguire la partita d'inaugurazione tra la padrona di casa Russia e l'Arabia Saudita. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Mondiali 2018 al via senza l'Italia: i meme più divertenti

Tra Twitter, Facebook e Instagram i social sembrano suggerire che è meglio riderci su

Mondiali 2018: le giovani promesse da tenere d'occhio

La coppa del Mondo in Russia sta offrendo parecchi spunti per il calciomercato: ecco i prospetti più talentuosi visti finora in campo

Mondiali Russia 2018: ecco come funziona il Var (e cosa è cambiato)

Tecnologia 3D, una sala operativa unica a Mosca, arbitri raddoppiati e messaggi sui maxischermi per coinvolgere il pubblico

Commenti