Calcio

Nostalgia: comincia Russia 2018 e un milione guardano la finale 2006

Mondiali di calcio: la replica su La7 della finale della Coppa del 2006, 12 anni dopo Berlino. Il trauma di un'estate senza ascolti tv record: 45 dei primi 50 programmi più visti di sempre sono partite della nazionale italiana

mondiale russia 2018 ascolti tv record italia francia replica

Giovanni Capuano

-

Siamo un popolo di santi, poeti e navigatori. E anche di nostalgici. Inguaribili nostalgici. Capaci in una calda serata di metà giugno di radunarci in 989mila davanti alla tv su La7 per vedere la replica (dodici anni dopo) della finale di Berlino. Anno 2006. L'ultima partita a eliminazione diretta che la nostra nazionale abbia giocato in un Mondiale prima delle ingloriose spedizioni in Sudafrica e Brasile e dell'umiliante eliminazione preventiva contro la Svezia.

Un milione di tifosi con macchina del tempo accesa e lacrimuccia pronta, a riguardare le parate di Buffon, la zuccata di Materazzi (e quella di Zidane), il rigore di Grosso e la coppa nelle mani di Cannavaro. Tutto nel giorno del debutto di Russia 2018 con la gara inaugurale celebrata nel pomeriggio. Siamo nostalgici e anche terribilmente sotto choc per un'estate da guardoni. Gli altri in Russia a giocarsi il Mondiale, noi condannati a osservare e basta.

La verità è che ci manca tutto delle fenomenali estati mondiali. Il senso della competizione e della sfida, il sogno di poter arrivare in fondo (chi è mai stato disposto a non crederci in partenza?), i nostri riti, le scaramanzie, il senso di unità nazionale e anche - perché no? - quelle selvagge ammucchiate davanti alla tv e agli schermi delle piazze di paese che hanno rappresentato un appuntamento fisso nella vita di quasi tutti noi.

Siamo così nostalgici da metterci in un milione a seguire una partita di dodici anni fa, di cui si conosce il risultato e si sono imparate a memoria azioni e retroscena. La mancata partecipazione al Mondiale della nazionale è uno choc difficile da superare e una rottura nelle abitudini e tradizioni del Paese.

mondiale russia 2018 ascolti tv record italia francia replica

La classifica dei programmi più visti (Report Figc 2017) - 15 giugno 2018 – Credits: tratto da www.Figc.it

Gli ascolti sempre record della nazionale

Un sentimento traducibile anche attraverso la fredda contabilità dei numeri. Da quando esiste un sistema di misurazione degli ascolti, le partite dell'Italia al Mondiale hanno coperto 18 delle prime 20 posizioni tra i programmi più visti della tv italiana. E allargando la visuale anche agli Europei si sale a 45 su 50 dovendo conteggiare le finali di Champions League 2003, 1989, 1996 e 1990 oltre alla serata conclusiva del Festival di Sanremo 1995. Unico evento non calcistico nella Top50 (49° posto) all time.

La maglia azzurra nell'immaginario popolare del Paese ha sempre rappresentato quella cosa lì: famiglie, gruppi di amici, piazze e spiagge riunite con gli occhi puntati su uno schermo. In 27 milioni e mezzo per la sfortunata semifinale contro l'Argentina di Maradona a Italia '90 (record assoluto) o, mediamente, in quasi 15 milioni durante le sfide contro Inghilterra (a mezzanotte), Costa Rica e Uruguay nell'ultima esperienza brasiliana.

Senza badare a fuso orario, turni di lavoro, esami da preparare o vacanze da interrompere. Semplicemente per il gusto di esserci. Un rito che, mancando la nazionale in campo, un milione di persone hanno voluto resuscitare virtualmente riguardando Italia-Francia 4.355 (quattromilatrecentocinquantacinque) giorni dopo il D-day di Berlino.

Con un occhio alla tv e l'altro ai social dove l'hashtag #ItaliaFrancia ha presto preso consistenza scaldando le classifiche dei trend topic. Nostalgici anche loro, come se la (s)Ventura di stare fuori dal Mondiale si potesse cancellare con un tocco di dito. Sul telecomando o sullo smartphone; tutto pur di mettersi alle spalle un'estate così.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Mondiale Russia 2018: la guida completa

Date, orari, città, stadi, formula, gironi e squadre qualificate per la manifestazione di calcio che si apre il 14 giugno 2018

Mondiali Russia 2018: ecco come funziona il Var (e cosa è cambiato)

Tecnologia 3D, una sala operativa unica a Mosca, arbitri raddoppiati e messaggi sui maxischermi per coinvolgere il pubblico

Russia 2018: il Messico vince il Mondiale dei social network (che punta al record)

Le 32 finaliste valgono oltre 123 milioni di fan su Facebook, Twitter e Instagram. In Brasile nel 2014 il record di cinguettii e post che in Russia cadrà

Commenti