Il Milan di Inzaghi trionfa al torneo di Viareggio

I rossoneri diventano la società più titolata nella storia della Coppa Carnevale. Petagna protagonista assoluto, in luce anche Gori, Tamas e Benedicic

Filippo Inzaghi – Credits: Getty Images

Matteo Politanò

-

"Strano il destino mi ha dato la possibilità di rigiocare finali che avevo perso". Inzaghi non sbaglia mai due volte, da allenatore come da giocatore. Dopo la sconfitta nell'edizione dello scorso anno contro l'Anderlecht il Milan si vendica dei belgi vincendo il torneo giovanile più blasonato d'Europa per la nona volta nella storia del club. Esattamente come era successo in campo con Liverpool in Champions League e Boca in Intercontinentale Inzaghi si rifà alla seconda occasione, questa volta per festeggiare il primo trionfo come allenatore. Per alzare la coppa Carnevale servono i tempi supplementari che fissano il risultato finale sul 3-1 con reti di Leya, Petagna, Fabbro e Mastalli. Eroe di giornata Andrea Petagna che pareggia il vantaggio iniziale dei belgi con un gran sinistro da fuori area e offre una prestazione totale fornendo anche l'assist per il 3-1 rossonero.

E' la vittoria di Inzaghi, ennesimo tecnico fatto in casa per il club di via Turati, che fin dalle prime battute del Viareggio ha lasciato intendere di non volersi far sfuggire nuovamente il trofeo. I giovani del Milan fanno ben sperare per il futuro, non solamente con Petagna ma anche con tanti nomi dal futuro che sembra scritto. A partire dal portiere Stefano Gori, classe 1996 prelevato dal Brescia che ha dimostrato al Viareggio una maturità sopra la media. Piace anche il terzino destro Krisztian Tamas, esterno ungherese classe 1995 che ha offerto una spinta costante per tutto il torneo. A centrocampo sono diversi i nomi interessanti: dal numero 10 Ian Benedicic, sloveno classe 1995, fino a Donald Bende Bende, classe 1995. In prospettiva prima squadra anche il bosniaco Andrej Modic e punte interessanti come Luca Vido e Michael Fabbro. 

Entusiasmo che ha coinvolto naturalmente anche i vertici della società con Adriano Galliani su di giri: "Sono davvero molto contento per i ragazzi, per Pippo e per tutto il Milan. È una squadra che dà tutto per il proprio allenatore. Sono contento di non aver mollato Pippo, lui era felice di rimanere, non mi aveva chiesto di andare via con grande convinzione. Questa sera festeggeremo la squadra da Giannino. Petagna ha fatto un gol meraviglioso, ha lavorato tantissimo per la squadra, abbiamo fatto bene a portarlo a casa dalla Sampdoria. Sono felice come se avessimo vinto una grande manifestazione con la prima Squadra. Avevamo tante assenze, siamo stati grandi. Inzaghi ha sempre grande voglia, quando è così i successi arrivano. Siamo primo in questa manifestazione con 9 successi, l'ultima volta era stata con Tassotti in panchina".

© Riproduzione Riservata

Commenti