Calcio

Milan: ma Deloufeu è nei progetti di mercato dei cinesi?

E' in prestito secco fino a giugno, ma si è ambientato in fretta. Il closing si avvicina e Fassone comincia a lavorare sul futuro

GettyImages-641181762

Giovanni Capuano

-

L'entusiasmante vittoria del Milan a Bologna, in doppia inferiorità numerica e al termine di un'autentica battaglia, lascia in eredità al mondo rossonero anche la scoperta di Gerard Deulofeu. L'esterno catalano ha incantato al Dall'Ara per iniziative offensive e per spirito di sacrificio, offrendo la prima prova convincente dal giorno dello sbarco a Milanello.

Doveva essere una semplice alternativa, ma l'infortunio di Bonaventura gli ha ritagliato uno spazio nella seconda parte della stagione del Milan. E Deulofeu pare intenzionato e prenderselo tutto, lasciando il segno e - forse - anche qualche rimpianto in un club che al momento lo ha semplicemente preso in prestito secco dall'Everton. Impossibile oggi fare un ragionamento sul futuro del giocatore, sempre che rientri nei piani di Sino-Europe Sports con il closing che si avvicina a tappe forzate.

 

Fassone e il Milan che verrà: con o senza Deulofeu?

Ovviamente il tema non è centrale in questo momento, con i cinesi e Fininvest impegnati nel rush finale per rispettare la data del 3 marzo per il closing. Impossibili nuove proroghe, il cda ha fissato per il 1° e il 3 marzo le date per l'assemblea dei soci Milan. Se tutto andrà per il verso giusto e i 320 milioni di euro mancanti (oltre all'accollamento di 220 milioni di debiti e al pagamento di circa 70 per il passivo di bilancio accumulato da luglio) arriveranno nei tempi previsti, Fassone Mirabelli potranno cominciare a lavorare alla luce del sole.

I segnali spingono per scelte differenti rispetto a quelle dell'ultimo periodo di Galliani e Berlusconi. Sino-Europe Sports si è sempre detta pronta a supportare investimenti anche in chiave futura, ma solo per giocatori di nome, spandibili sul mercato cinese. Deulofeu ha un profilo differente e, infatti, è stato preso in prestito proprio per non impegnare in nessun modo la dirigenza futura. Che sta parlando con diversi procuratori e lavora su fronti differenti.

L'occasione di un grande finale di stagione

Certo. Se Deulofeu facesse un finale di stagione straordinario sarebbe difficile non prenderlo in considerazione. L'età è quella giusta, essendo un classe 1994, e il suo curriculum parla di un recente passato da potenziale crack del calcio europeo. Recordman per presenze (32) e reti (16) nell'Under 21 spagnola, campione d'Europa con l'Under 19 e dominante nelle giovanili del Barcellona, Deulofeu si è perso dopo.

Il Milan rappresenta per lui una splendida occasione per rilanciarsi ad alto livello per tornare poi nel giro che conta. Ecco perché le motivazioni non mancano e Montella si potrà giovare di questa situazione. L'altra faccia della medaglia è che un ottimo girone di ritorno farebbe felice soprattutto l'Everton che ne detiene il cartellino. Discorsi futuribili, però. Oggi Deulofeu, Montella e il Milan viaggiano con gli stessi interessi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Impresa Milan a Bologna: Montella vince in 9 contro 11 - FOTO

Contro Donadoni espulsi Paletta e Kucka, ma i rossoneri resistono e alla fine passano grazie a un gol di Pasalic

Commenti