Calcio

Manchester United: Van Gaal nella bufera

Mandato a quel paese negli spogliatoi e criticato dai media, il tecnico olandese rischia di fare la fine del predecessore Moyes

van_gaal

Paolo Corio

-

Esperto navigatore del calcio internazionale, Louis Van Gaal è questa volta davvero nella bufera: dopo lo stupore per il 5-3 rimediato dal suo Manchester United contro il neo-promosso Leicester, tifosi e media d'oltremanica si sono davvero scatenati contro l'allenatore olandese. E prima dell'uragano di critiche, c'è stata - come riportano diversi siti britannici - la tempesta nello spogliatoio dello United subito dopo la sconfitta, con un top-player dei Red Devils che ha urlato in faccia al mister un direttissimo "Ma perché diavolo (eufemismo, ndr) hai cambiato Di Maria?".

Non sono però solo le poco comprensibili sostituzioni (l'argentino era stato fino a quel momento il migliore in campo) a gettare discredito sul tecnico, al punto che alcuni commentatori inglesi si sono già affrettati a scrivere articoli in cui spiegano perché Louis Van Gaal ha già fatto... peggio di David Moyes, nominato suo erede dallo stesso sir Alex Ferguson ma poi esonerato lo scorso 22 aprile dopo una stagione a dir poco fallimentare.

Tra le tante opinioni, interessante poi quella di Phil Neville: l'ex-difensore e bandiera dello United ha infatti dichiarato alla stampa che a questo punto Louis Van Gaal dovrà spendere altri 100 milioni di sterline per avere la possibilità di vincere la Premier League in corso. Sempre che glieli diano prima del biglietto di sola andata per un'altra panchina... Tutto starà ovviamente nei risultati che il Manchester United raccoglierà in un futuro non troppo lontano, che Wayne Rooney afferma già ora di vedere brillante a dispetto di tante critiche: "Quando mi guardo intorno nello spogliatoio e vedo tanti giocatori di qualità, oltre all'incredibile attenzione per i dettagli di chi ci allena", ha twittato il leader dei Red Devils, "non ho dubbi sul fatto che questa squadra avrà successo". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Real, rivolta contro Perez: "Il Bernabeu non si vende"

I tifosi si oppongono all'ipotesi di cedere il nome a un fondo di Abu Dhabi per 500 milioni (in vent'anni)

Ispettori sordi e multe: così la serie A dimentica la tolleranza zero

Nelle prime tre giornate almeno tre episodi di ululati e cori non segnalati. Ecco come le nuove norme hanno cancellato la lotta alla discriminazione

Italiani in campo: ecco a Roma i gemelli del goal

Destro e Florenzi (più Cassano) sono i protagonisti assoluti della terza giornata, che vede un ulteriore calo nell'impiego di nostri giocatori

Commenti