Calcio

"Pezzone sulla Rubentus", l'errore di Leggo fa infuriare gli juventini

Il free press manda per sbaglio in stampa la bozza di un titolo che scatena la rabbia dei tifosi bianconeri. La redazione: "Errore tecnico"

1621670-34431150-1600-900

Matteo Politanò

-

Pagina 17 dell'edizione milanese di Leggo. Il titolo che non ti aspetti: "Pezzone sulla Rubentus" e la foto di Paul Pogba con un articolo approfondito sulla possibile cessione del francese. Cosa è successo? Il titolo in questione è quello della bozza su cui il redattore del free press stava lavorando, un giornalista anti-juventino che si è tradito mettendo una firma involontaria che imbarazza tutta la testata e che è già diventata tormentone sul web. "Ci scusiamo per l'inconveniente tecnico" la nota della redazione di Leggo.

600141

L'errore è andato in stampa su poche copie, abbastanza però per scatenare l'ironia del web e la furia dei tifosi bianconeri. In poche ore "l'epic fail" è diventato così top trend su Twitter scatenando l'ironia della rete: 

600287

600285

600283

La spiegazione dell'errore è stata data dal direttore di Leggo Alvaro Moretti: "Era una bozza di pagina. Già nella notte la nostra versione digitale aveva la versione corretta. La gran bizzarria di tutta questa cosa è che va a colpire un popolo a cui sono legato perché prima di Leggo sono stato 17 anni a Tuttosport. Oggi ho un sacco di tifosi juventini che mi chiedono spiegazioni, hanno ragione. All'inizio non capivo perché io sono a Roma e non a Milano, sono parecchio arrabbiato e ho subito chiamato le strutture tecniche per capire cosa è successo. Al di là della stupidaggine che mi dispiace enormemente c'è un problema che riguarda proprio l'aspetto tecnico perché la pagina è stata lavorata e l'articolo c'era. A Milano siamo molto letti e per questo sto cercando di scusarmi con i tifosi della Juventus e con la società. Ho sentito al telefono i responsabili della comunicazione e ho spiegato cosa è successo. In quell'ambiente mi conoscono bene quindi sono il primo a essere imbarazzato. Il responsabile della Juventus era molto arrabbiato...Hanno ragione".  

© Riproduzione Riservata

Commenti