La squadra più forte del mondiale? Quella degli esclusi

Da Tevez a Callejon passando per Nasri e Ashley Cole la lista dei pre convocati per Brasile 2014 ha riservato non poche sorprese

Matteo Politanò

-

A meno di un mese dall'inizio del mondiale le nazionali partecipanti hanno consegnato alla FIFA una prima lista di pre-convocati dai quali entro il 2 giugno usciranno i nomi dei 23 giocatori di ogni squadra. Già da oggi si può però stilare un'altra lista, quella delle esclusioni eccellenti che priveranno il mondiale brasiliano di diversi top player.

Anche Prandelli ha dovuto fare scelte non facili, rinunciando a Gilardino, Florenzi, Criscito e Giaccherini mentre il suo collega Del Bosque ha deciso di dare una possibilità allo juventino Llorente lasciando però a casa tre talenti assoluti come Isco, Borja Valero e Callejon. Nomi che tutte le nazionali invidiano, come quello di Carlos Tevez che non sarà in Brasile con la sua Argentina a causa del veto del ct Sabella. Anche nelle convocazioni del Brasile spiccano esclusioni a cinque stelle: Kakà, Pato, Robinho e i difensori Filipe Luis e Miranda.

La nazionale dei bocciati è forte anche sugli esterni con Ashley Cole lasciato a casa da Hodgson (il terzino del Chelsea ha anche annunciato l'addio alla nazionale), Abidal e Clichy che Deschamps non ha chiamato per la sua Francia. Nei galletti non c'è spazio neanche per Nasri, una decisione che ha scatenato l'ira della fidanzata del giocatore che su Twitter ha offeso Deschamps e lanciato accuse di razzismo (infondate vista la storica natura multietnica della nazionale transalpina).

L'attacco si completa con Mario Gomez della Fiorentina e con Pavlyuchenko che il ct Capello non ha chiamato per la sua Russia. Nomi di prestigio che vanno a sommarsi a quelli di chi al mondiale non ci sarà per la mancata qualificazione della sua nazionale. Anche in questo caso non si fatica a far la formazione con Cech (Repubblica Ceca); Ivanovic (Serbia), Agger (Danimarca), Vidic (Serbia), Alaba (Austria); Ramsey (Galles), Eriksen (Danimarca), Hamsik (Slovacchia), Bale (Galles); Ibrahimovic (Svezia) e Lewandowski (Polonia).

© Riproduzione Riservata

Commenti