Calcio

Festa Juventus: ecco lo scudetto n°32, il quinto consecutivo

Il Napoli perde 1-0 all'Olimpico contro la Roma: i bianconeri sono campioni d'Italia con tre turni d'anticipo

FBL-ITA-SERIEA-FIORENTINA-JUVENTUS

Giovanni Capuano

-

La festa tricolore della Juventus è virtualmente scattata già domenica sera quando Kalinic ha buttato sulla traversa l'ultimo diperato tentativo della Fiorentina. Pochi istanti prima erano state le mani di Buffon a ribattere un rigore (inesistente), sigillando così la vittoria per 1-2 che, complice la sconfitta per 1-0 del Napoli all'Olimpico contro la Roma, sarà da oggi ricordata negli annali come quella decisiva per il 32° scudetto bianconero, il quinto consecutivo.

La Juventus è la cannibale del calcio italiano e non si fermerà presto. Ha il progetto migliore, sta rastrellando da anni i giovani più forti e conserva l'anima italiana che altri non hanno. Non è un caso che il miracolo del quinto scudetto consecutivi arrivi nella stagione in cui la serie A ha stabilito il record (negativo) di vedere una sua partita con 22 stranieri su 22 in campo. A Torino questa cosa non è mai accaduta né mai potrebbe accadere.

L'uomo simbolo dell'impresa porta il nome di Gigi Buffon. Chi lo ha escluso dal listone dei 59 candidati al Pallone d'Oro provocando le ire di Tavecchio e della Figc dovrebbe farsi spedire il dvd della gara di Firenze. Il rigore parato a Kalinic è stato solo l'ultimo atto di una prestazione da leader assoluto: esiste oggi un portiere più determinante di lui? Mentre piangono l'ennesimo infortunio di Chiellini (out 20 giorni), Allegri e Conte si possono consolare con le sue magie.

Dalle parole pesanti come pietre nel post-Sassuolo, quando tutto sembrava perduto, alle parate del Franchi il filo non si è mai spezzato. I numeri dicono che sarà uno scudetto da record anche senza primato di punti, visto che i 102 di Conte rimangono inarrivabili. Ma dal Sassuolo a Firenze fanno 24 vittorie e un pareggio in 25 giornata (73 punti su 75 disponibili), qualcosa di inimmaginabile e che ha stroncato la concorrenza di un Napoli che ora gioca solo per blindare il proprio secondo posto e allungare il campionato. 

La domanda, però, è un'altra: per quanto durerà il dominio della Juve? C'è all'orizzonte qualcuno in grado di insediare la corazzata? Il Napoli ha tenuto botta fino a quando è riuscito, la Roma deve crescere molto e le milanesi sono avviluppate nelle loro vicende societarie. C'è il rischio - piacevole per i tifosi bianconeri - che questo lustro di successi si trasformi in tirannia. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fiorentina-Juventus 1-2: moviola della partita scudetto

Mandzukic e Morata lanciano i bianconeri verso il titolo. Rigore parato da Buffon e proteste dei viola per due episodi sospetti

Commenti