Juve-Toro, polemiche e replay spariti. E quell'intervista all'amico di Rizzoli...

Il racconto di 24 ore di caos dopo il mancato rigore su El Kaddouri: Braschi giustifica l'arbitro, Sky dimentica gli episodi caldi e si scusa con gli juventini... - la classifica senza errori arbitrali

L'arbitro Nicola Rizzoli – Credits: Ansa

Giovanni Capuano

-

Fare l'arbitro è il lavoro più difficile del mondo, ma c'è un altro mestiere ugualmente faticoso (soprattutto in Italia): l'amico dell'arbitro nella bufera. Nemmeno il lunedì dopo Juventus-Torino è sfuggito alla tradizione dell'intervista per interposta persona al fischietto finito al centro delle polemiche. Perché Rizzoli non ha dato rigore al Toro? Semplice, basta chiederlo all'amico di Rizzoli così come in passato è capitato agli amici di tutti i direttori di gara che hanno dovuto spiegare una decisione controversa. Certo, ci sarebbe la regola del silenzio senza deroghe, ma in assenza di smentita prendiemo per buone queste parole (virgolettate) di Rizzoli il giorno dopo: "Dalla tv è rigore, ma in campo la sensazione era un'altra. E io devo giudicare in diretta. Sono convinto che se ci fossimo trovati a centrocampo El Kaddouri sarebbe rimasto in piedi".

Meglio Rizzoli del designatore Braschi che con il suo "non poteva non vedere il fallo" ha sfidato la logica, essendo la Rete piena di immagini e fotogrammi di Rizzoli piegato per osservare meglio dalla corta distanza il contatto tra Pirlo ed El Kaddouri. Il designatore e il presidente dell'Aia Nicchi hanno, però, deciso da sempre la linea della negazione del problema, derogata solo in rarissime occasioni. Il pensiero è che la squadra arbitrale italiana è la migliore del mondo e la migliore degli ultimi cento anni. Amen. Certo che sostenere che Rizzoli (arbitro potenzialmente in corsa per la finale mondiale a Brasile 2014) non poteva vedere significa fare prima di tutto un torto alla sua professionalità.

Il lunedì delle polemiche ha, però, registrato altre anomalie a partire dalla scelta di Sky di escludere l'episodio e anche gli altri caldi del derby dagli highligts montati e pubblicati sul sito (vedi qui ), allineandosi così alla politica della Lega Calcio che da un paio di stagioni ha censurato da ogni polemica i proprio video. Sky protagonista anche delle scuse postume ai tifosi juventini per aver sottovalutato la trattenuta di Glik ai danni di Llorente (vedi qui ). Era rigore? Per i moviolisti Sky sì. Pari e patta. Con tanti auguri agli amici degli arbitri che saranno chiamati a dirigere Roma-Inter e Milan-Juventus. E' davvero il lavoro più difficile del mondo.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti