Calcio

Juventus-Milan, la finale. Quanto vale vincere la Coppa Italia

Per i rossoneri significa ricavi fino a 30 milioni, i bianconeri a caccia di un record. Un trofeo sempre più ricco grazie ai diritti tv

Juventus Milan Coppa Italia premi quanto vale

Giovanni Capuano

-

La Coppa Italia non è più il torneo dei poveri, snobbato dalle big del calcio italiano e considerato semplicemente la ruota di riserva della stagione. La coppa da inseguire in caso di altri fallimenti. Lo dice l'albo d'oro e lo conferma la corsa al rialzo per aggiudicarsi i diritti tv del prossimo triennio, acquisiti dalla Rai spendendo la cifra di 35 milioni ad anno con un rialzo sostanziale del 40% rispetto a quanto investito fin qui.

Juventus e Milan, che si sfidano per la Coppa Italia 2017-2018 giocano anche per portare a casa un tesoretto a livello economico. Vale di più per i rossoneri, che attraverso la finale dell'Olimpico possono garantirsi l'accesso senza patemi alla prossima Europa League. Ma anche per i bianconeri l'assegno in palio nella gara conclusiva è uno stimolo non disprezzabile. Senza tenere in conto la voglia di stabilire il record dei quattro successi consecutivi.

Quanto vale vincere la Coppa Italia

Il format della Coppa Italia è immutato ormai da anni e prevede la finale unica allo stadio Olimpico di Roma alla presenza della massime cariche dello Stato. Un modo per dare lustro alla manifestazione e vendere meglio il prodotto, sia in Italia che all'estero. Molti chiedono che nei turni precedenti si favoriscano le squadre meno forti, consentendo ad esempio di giocare in casa contro le big, ma la verità è che la Coppa Italia ha raggiunto così il suo equilibrio e viene snobbata sempre meno.

Chi alza il trofeo porta a casa 5 milioni di euro cash mentre alla finalista sconfitta ne spettano 3,2. Poi c'è l'incasso del prevedibile tutto esaurito dell'Olimpico che viene diviso tra le due contendenti al 45% ciascuno, lasciando alla Lega Serie A il 10% per coprire le spese di produzione dell'evento.

Il botteghino garantisce tra i 3 e i 4 milioni di euro, il che significa una fetta da almeno un milione e mezzo per finalista. Ultimo bonus è la certezza della partecipazione alla Supercoppa Italiana con ingaggio che certamente non scenderà sotto l'1,5 milioni di euro. Dunque, esserci a Roma e alzare la coppa vale tra i 7 e i 9 milioni di euro

Quanto può incassare il Milan entrando in Europa League

Il Milan insegue la vittoria che la metterebbe al riparo da beffe nella corsa a un posto nella prossima Europa League. Solo vincendo i rossoneri avranno la certezza, altrimenti dovranno sperare nel sesto posto in campionato, oppure nel settimo ma passando da tre preliminari estivi.

Quanto vale l'Europa League? In questa stagione i rossoneri hanno portato a casa una cifra stimabile in 6 milioni di euro di premi Uefa cui bisogna aggiungere un market pool televisivo di altrettanti e incassi al botteghino per 9 milioni (il record contro l'Arsenal con un tutto esaurito da 2,9). Insomma, non sarà la Champions League ma già così, e senza nemmeno arrivare in fondo, è un'assicurazione sul bilancio da oltre 20 milioni che, uniti ai premi per la Coppa Italia, spinge il totale a 30.

Trenta milioni di motivi per inseguire con ferocia la coppa che un tempo era considerata la sorellina minore del campionato e che ora si sta ritagliando un ruolo sempre più pesante e importante nella valutazione di una stagione calcistica.

© Riproduzione Riservata

Commenti