GettyImages-617287866 (1)
Calcio

Juventus-Milan: presentazione, temi, formazioni e diretta tv

Allo Stadium va di scena una classica che conta meno del passato. Allegri per dimenticare la delusione di San Siro

Non è più il derby che vale per lo scudetto, ma è il quarto atto stagionale di un confronto che fin qui ha regalato sorprese. Perché la superiorità della Juventus, acclarata dalla differenza di punti in classifica nelle ultime cinque stagioni, sembra quasi venire meno quando le due squadre si incrociano. E' successo all'andata ad ottobre (gol di Locatelli e 1-0 per il Milan) e a Doha in Supercoppa, mentre i bianconeri hanno fatto valere la legge del più forte solo in Coppa Italia.

Insomma, guai a dare per scontato il risultato della sfida dello Stadium. Allegri vuole allungare la striscia di successi casalinghi - arrivata a quota 30 - e mettere un altro tassello nella rincorsa al sesto titolo consecutivo. Il +8 sulla Roma consegnato dall'ultimo turno è margine di sicurezza a 11 giornate dalla fine, ma ha bisogno di essere puntellato ulteriormente. Montella è a caccia di risposte dal suo Milan che attraversa un buon momento di forma.

JUVENTUS-MILAN SARA' TRASMESSA IN DIRETTA DALLE 20,45 SU SKY SPORT 1 E MEDIASET PREMIUM HD

Come è cambiata la Juve da ottobre a oggi... 

Prendere come paradigma la gara dell'andata a San Siro, però, sarebbe un errore capitale. Quella era una Juventus profondamente diversa da quella di oggi, con Allegri in piena fase sperimentale e con un centrocampo in piena emergenza. Giocava ancora con difesa a tre e centrocampo folto, c'era Hernanes titolare con Marchisio costretto alla panchina e Higuain aveva Dybala come spalla mentre Mandzukic stava a guardare.

Ora è cambiato tutto e l'andamento veloce testimonia come Allegri sia riuscito a dare la giusta fisionomia alla sua squadra. Il doppio vantaggio esterno nella sfida con il Porto consente anche di pensare alla Champions League senza eccessivi patemi concentrandosi sul Milan. Mancherà Chiellini, che lavora per il Porto anche se potrebbe saltare la sfida europea, mentre la squalifica di Cuadrado porterà una variazione davanti con Dybala trequartista alle spalle di Higuain e Mandzukic.

Montella tra closing e corsa all'Europa 

Montella ha problemi differenti per la testa. La situazione societaria toglie serenità all'ambiente e dopo le critiche di Berlusconi ora è il turno dei suoi dubbi, per il momento velati, sull'opporunità di legare il futuro professionale a un club di cui non si conosce fino in fondo la potenzialità sul mercato per il rilancio. In più c'è la corsa all'Europa che non consente passi falsi perché le altre volano e perdere significherebbe quasi sicuramente staccarsi un po' dal sesto posto.

La buona notizia è che lo stimolo della sfida con Higuain sarà benzina per Carlos Bacca, rivitalizzato nelle ultime due settimane dopo la profonda crisi invernale. Il colombiano è l'uomo in più di questo Milan e Montella non ne nasconde l'importanza.

Ultimo capitolo, che se le cose non dovessero andare alla perfezione rischia di diventare il primo, è la designazione di Massa a dirigere la sfida dello Stadium. Da addizionale di porta convinse Rizzoli ad annullare il gol regolare di Pjanic a San Siro all'andata: evitargli la chiamata non sarebbe stato male, ma le rotazioni di Messina questo prevedevano.

Le formazioni in campo allo Stadium

Ecco le formazioni della sfida Juventus-Milan (fischio d'inizio alle ore 20,45):

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Khedira, Marchisio, Pjanic; Dybala; Higuain, Mandzukic. Allenatore: Massimiliano Allegri

MILAN (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Zapata, Paletta, Romagnoli; Pasalic, Sosa, Bertolacci; Suso, Deulofeu, Bacca. Allenatore: Vincenzo Montella

ARBITRO: Massa di Imperia

© Riproduzione Riservata

Commenti