Calcio

Juventus-Lazio 2-0: Tevez e Bonucci sigillano lo scudetto

Bianconeri a +15 e adesso il tricolore è davvero una formalità. Deludente la squadra di Pioli, Allegri ha fatto anche turn over pensando al Monaco

ITA-FBL-SERIEA-JUVENTUS-LAZIO

Giovanni Capuano

-

Juventus-Lazio 2-0

Adesso lo scudetto della Juventus, il quarto consecutivo e il numero 31 (contabilità ufficiale) è davvero una formalità. Nulla può negare ai bianconeri la gioia del titolo ed è solo questione di calcolare esattamente il momento della festa, sperando che nel frattempo anche il cammino in Champions League sia lungo e felice. Spazzata via la Lazio, che si presentava allo Stadium da pretendente, anche se a debita distanza, e che non è mai stata in partita. Troppo forte la Juve, sempre in controllo dall'inizio alla fine e premiata da un paio di giuzzi dei suoi uomini migliori. Tevez continua a essere un trascinatore, Bonucci sta segnando gol pesanti e la notizia migliore per Allegri è il ritorno ad altissimi livelli di Vidal. La classifica dice ora +15 per i bianconeri e in realtà sono 16 in virtù del doppio scontro diretto. La Lazio rischia il controsorpasso dlla Roma, ma è stata troppo brutta per essere quella vera.

Primo tempo dominato tatticamente dalla Juventus contro una Lazio al di sotto degli standard dell'ultimo mese. La squadra di Pioli veniva da 8 vittorie consecutive, ma allo Stadium non ha mostrato nulla del suo potenziale. Allegri ha fatto un po' di turn over, a differenza di quanto annunciato alla vigilia, ma ha trovato comunque buone risposte dai suoi. Di Tevez la rete dell'1-0 che ha spaccato in due la partita, fino a quel momento equilibrata. Quasi immediatoil raddoppio di Bonucci su gentile concessione della difesa laziale, che ha consentito al difensore un comodo contropiede fino al limite dell'area di rigore. Nella ripresa meglio la Lazio, senza però dare mai l'impressione di poter rimettere in discussione la gara. Deludente Felipe Anderson, l'uomo più atteso dei biancocelesti che, forse, hanno avuto un atteggiamento troppo rinunciatario in partenza.

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin, Vidal (dal 39' st Sturaro), Pirlo (dal 27' st Pereyra), Marchisio, Evra; Matri (dal 13' st Morata), Tevez. Allenatore: Massimilano Allegri

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, Cana, Mauricio, Braafheid (dal 1' st Candreva); Cataldi, Biglia, Lulic; Anderson, Mauri (dal 21' st Keita), Klose (dal 45' st Ledesma). Allenatore: Stefano Pioli

 

Primo tempo

Qualche sorpresa nelle scelte di Allegri che, a dispetto di quanto annunciato alla vigilia, preferisce dare riposo ad alcuni dei suoi titolari. In attacco c'è Matri al posto di Morata come spalla di Tevez, mentre Padoin sostiutisce Lichtsteiner e a centrocampo Vidal vince il ballottaggio con Pereyra. Lazio confermata rispetto alle attese. Su Torino si è scatenato nel tardo pomeriggio un forte temporale.

1' - Contrasto tra Chiellini e Mauri ma non c'è nulla: il difensore usa il fisico per prendere posizione e anticipare l'avversario che poi cade

2' - Manata involontaria di Basta a Matri che cade a terra. Klose ferma il gioco perché vede lo juventino sofferente, ma Matri si rialza subito

3' - Matri fermato in fuorigioco su un lancio dalle retrovie: decisione corretta di faverani, assistente di destra di Rizzoli

8' - Fase di studio tra le duen squadre con la Juventus che prova a tenere alto il pressing ma su ritmi abbastanza lenti. Juventus che riparte tutte le volte che conquista palla. Zero occasioni finora

10' - Gran lancio di Lulic per Mauri, esce Buffon che però perde il pallone. Per sua fortuna c'è Chiellini in zona che allontana

12' - Contrasto che sembra fortuito tra Marchisio e Biglia: lo juventino allarga leggermente il gomito e colpisce l'argentino che resta stordito. Rizzoli lascia correre

13' - Destro di Marchisio dalla lunga distanza e Marchetti non si fa sorprendere, si distende e para alla sua destra

15' - Cross di Basta e Rizzoli vede un fallo di mano di Evra che, però, sembrava proteggersi il corpo. Punizione segnalata anche per il giudice di porta ma si poteva far correre. Il difensore non fa nulla per aumentare il volume del proprio corpo. Il tiro di Mauri su punizione finisce alto

17' - Juventus in vantaggio con un diagonale di Tevez che scatta in posizione regolare di pochi centimetri e poi batte Marchetti di sinistro. In fuorigioco, ma assolutamente ininfluente, era Matri al centro del campo. Ottima la decisione di Faverani di far proseguire l'argentino.

20' - Timida reazione della Lazio con Basta, allontana la difesa della Juventus

25' - Lazio vicina al pareggio con Klose, ma la sua conclusione è deviata in corner da Bonucci. Decisivo

28' - Raddoppio Juventus con Bonucci in contropiede. Sbaglia la difesa della Lazio che non chiude sul difensore e gli consente di arrivare fino al limite dell'area di rigore e poi battere di destro. Nulla da fare per Marchetti

33' - Contatto duro tra Chiellini e Mauri che finisce a terra e si tocca al volto. Dal replay pare intuire un colpo di braccio più che di testa del difensore ai danni dell'avversario. Rizzoli in ogni caso lascia correre

36' - Azione insistita della Lazio, ma Cataldi viene rimpallato al momento della conclusione e poi la palla viene respinta dai difensori

40' - Nell'arco di un minuto Rizzoli fa correre su due interventi duri, uno per parte. Decisione dubbia, ma usa lo stesso metro di giudizio. Gara che nell'ultima fase del primo tempo si è un po' incattivita e il direttore di gara sta cercando di gestirla con il dialogo

44' - Cross di Braafheid e Buffon esce tranquillo in presa alta

47' - Ammonito Mauricio che ferma con le cattive Mauri che cercava di lanciarsi in contropiede. Decisione corretta

48' - Cross dalla destra ed Evra di testa in tuffo non trova lo specchio della porta da posizione favorevolissima. Juventus vicina al 3-0 e primo tempo fin qui tatticamente dominata dai bianconeri contro una Lazio deludente. Non solo gli errori difensivi, ma anche una certa assenza davanti sta penalizzando la squadra di Pioli che pare irriconoscibile. Male Felipe Anderson.

49' - Ammonito Lulic che da dietro entra su Tevez: l'argentino cade a terra. Punito il ritardo del giocatore della Lazio


Secondo tempo

Pioli lascia negli spogliatoi Braafheid e inserisce Candreva cercando una Lazio più offensiva. Nessun cambio nella Juventus

5' - Ammonito Evra che entra in ritardo su Basta. Rizzoli inizia la ripresa con piglio deciso dopo che il primo tempo si era chiuso con qualche tensione di troppo in campo

12' - Traversone pericoloso dalla destra e Barzagli mette in angolo di testa facendo correre qualche brivido a compagni e tifosi

14' - Brutto fallo di Marchisio su Lulic. Rizzoli lo ammonisce e rischia anche qualcosa in più. Diffidato, salta il derby contro il Torino

15' - Ammonito Candreva per proteste dopo che Faverani ha invertito la decisione dell'arbitro su una rimessa laterale. C'è nervosismo

16' - Tiro a giro di Vidal dal limite dell'area di rigore con la palla che si perde sul fondo. A Torino ha ricominciato a piovere con forza, ma il terreno di gioco sembra tenere bene

18' - Ammonito Chiellini per fallo di mano. I giocatori della Lazio chiedono il rigore, ma il tocco sul braccio del difensore è di una trentina di centimetri fuori dall'area e vede bene Rizzoli, seppure nel traffico

23' - Ammonito Cana che stende Morata. L'attaccante spagnolo gli ha preso il tempo e sta per entrare in area di rigore quando il difensore lo stende da dietro. Rizzoli applica alla lettera il regolamento

24' - Conclusione dalla distanza di Biglia e Buffon rischia di farsi sorprendere: respinge con i pugni e poi riesce ad evitare il tap in di un avversario. Non impeccabile il portiere della Juventus e della nazionale

31' - Percussione di Morata sulla sinistra e il cross viene messo in corner dalla difesa della Lazio: Mauricio a terra con i crampi

33' - Tiro cross di Candreva per Klose che viene anticipato in uscita alta da Buffon, questa volta preciso anche nel trattenere la palla malgrado la forte pioggia

44' - Espulso Cataldi che entra da dietro su Tevez. Rizzoli lo espelle direttamente, senza ammonirlo

48' - Conclusione Felipe Anderson e risposta di piedi di Buffon

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La classifica senza errori arbitrali

Quale sarebbe la classifica reale del campionato di Serie A se gli arbitri non commettessero errori?

Follia ultras a Cagliari: irruzione e schiaffi in ritiro

Gravissimo episodio ad Asseminello: in 30 entrano e minacciano i giocatori. Rissa con alcuni e allenamento cancellato

A Varese niente calcio: vandali devastano lo stadio Ossola

Salta la sfida contro l'Avellino dopo il blitz notturno. Abodi (Lega B): "Inaccettabile, ci costituiremo parte civile contro i responsabili"

Commenti