Juventus fuori dalla Champions, è flop europeo

Su un campo al limite della praticabilità arriva la beffa di Snejider all'87'. La squadra di Conte in Europa League - GAL - JUV 1-0 - Ravanelli: "Eliminazione ingiusta" - Il rinvio per neve - La maledizione di Istanbul  - Le reazioni su Twitter - Sondaggio: a chi la colpa?

Matteo Politanò

-

E' finita, il Galatasaray è agli ottavi di Champions League. Dopo il rinvio per neve si ricomincia dal 31' del primo tempo in una Turk Telekom Arena ancora sotto la neve. Di calcio c'è poco, Conte e i bianconeri chiedono la sospensione già a fine primo tempo. Niente da fare, l'Uefa non può permettersi di far slittare i sorteggi per gli ottavi, ci sarebbero problemi anche con le urne di Europa League. Si gioca lo stesso e arriva la beffa, doppia perché firmata da un ex interista come Wesley Sneijder che all'87' batte in velocità Buffon e Bonucci con un diagonale. 

La Champions, una coppa che manca dal 1996 e che riserva ai tifosi bianconeri tante giornate da dimenticare. La sconfitta con i turchi si aggiunge ad altre che bruciano per come nate, basti pensare alla prima eliminazione nel 1958 contro il Wiener SK al primo turno. Nel 1962 prima vera delusione nei quarti di finale contro il Real Madrid con Omar Sivori che segna l'unico gol nel 3-1 finale. Nel 1973 c'è la sconfitta in finale con il grande Ajax, gol di Rep, mentre nel 1978 la semifinale è fatale per mano dei belgi del Bruges. Nel 1983 si perde in finale con l'Amburgo e alla prima vittoria due anni dopo c'è poco da gioire. Nel 1986 un'altra eliminazione che i tifosi juventini ricordano con fastidio: 1-0 con il Barcellona all'andata dei quarti e pareggio 1-1 a Torino. Nel 1996 è festa all'Olimpico ma gli anni a seguire riservano finali amari. Sconfitta con il Borussia nel 1997 dopo una cavalcata perfetta e vittorie sull'Ajax e sul Manchester United all'Old Trafford, idem nel 1998 con Mijatovic che segna in finale per il Real. 

La maledizione di Champions continua anche nel 1998 con un'eliminazione amara: i bianconeri pareggiano 1-1 a Manchester in semifinale e perdono in casa 3-2 con gol di Keane, Yorke e Cole. La sconfitta con il Galatasaray fa chiudere la squadra di Conte già nella fase a gironi, un risultato deludente che ricorda la stagione 2000/2001 con il girone E che porta alle sconfitte con Amburgo e Panathinaikos. Tra le delusioni più grandi c'è la finale di Manchester del 2003 con la sconfitta ai rigori contro il Milan. Nel 2004 i bianconeri si fermano già agli ottavi perdendo contro il Deportivo La Coruna, ottavi anche nel 2009 quando Drogba guida la vittoria del Chelsea. Nel 2009 stop ai gironi al favore di Bordeaux e Bayern, tedeschi che hanno fatto uscire la Juve anche lo scorso anno con un doppio 2-0 senza appello. 

Gli uomini di Conte pagano il passo falso dell'andata contro i turchi di Mancini, criticato dalla stampa locale che ora sale sul carro del vincitore. Il Mancio passa insieme al Real mentre la Juventus si misurerà in Europa League, torneo meno blasonato e ambito ma che rappresenta comunque un impegno internazionale che nessuno vuole disattendere. 

galta_emb8.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti