Juve facile in Champions. Ottavi più vicini

La squadra di Conte batte il Copenaghen (3-1) con una tripletta di Vidal e ora è seconda nel gruppo B. Due i rigori per i bianconeri, entrambi legittimi. Superato in classifica il Galatasaray, battuto a Madrid 4-1.

Vidal trasforma su rigore – Credits: OLIVIER MORIN/AFP/Getty Images

Dario Pelizzari

-

Queste le formazioni in campo.
Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Padoin, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente. All.: Conte

Copenaghen (4-5-1): Wiland; Jacobsen, Mellberg, Sigurdsson, Bengtsson; Gislason, Claudemir, Delaney, Bolano, Toutouh; Jørgensen. All.: Solbakken

Arbitra lo svedese Jonas Eriksson, che ha già diretto i bianconeri lo scorso anno in occasione della gara interna con lo Shakhtar Donetsk.

La diretta moviola della gara.

PRIMO TEMPO

E' iniziata la gara

5' - Pogba servito con un lancio lungo al limite dell'area di rigore danese. Il francese ha il tempo di fermare la palla e calciare a rete. Wiland para senza problemi. Regolare la posizione del centrocampista bianconero.

10' - Asamoah dalla sinistra mette al centro un pallone d'oro sul quale interviene al volo Tevez. Palla a lato, ma c'è una deviazione, che l'arbitro non vede.

14' - Juve arrembante, Copenaghen in difficoltà.

21' - Tevez va giù al limite dell'area di rigore danese. L'arbitro lascia proseguire e sembra fare bene.

23' - Al primo quarto di gara, possesso palla 53% Juve 47% Copenaghen, tiri in porta 1-0, angoli 2-0. La Juve domina ma non incide.

25' - Conte si lamenta con l'arbitro per il tentativo di perdere tempo degli avversari.

27' - Fallo di mano netto di Jacobsen in area di rigore. L'arbitro indica il penalty, nessuna protesta, punizione giusta. Dagli undici metri, trasforma Vidal. Juventus-Copenaghen 1-0.

32' - Dura entrata da dietro di Sigurdsson su Llorente. Il direttore di gara esibisce il primo cartellino giallo della gara. Fa bene.

37' - Tevez a terra a un paio di metri dall'area di rigore danese per l'intervento scomposto di un difensore danese. Calcio di punizione legittimo, che però Pirlo non concretizza.

45' - Finisce il primo tempo con 18 secondi di recupero.Juve in vantaggio sul Copenaghen per 1-0. Bianconeri da 6 stiracchiato. Ospiti tutt'altro che esaltanti.

I numeri della prima frazione di gioco: possesso palla 58%-42%, tiri in porta 4-0, angoli 2-0, cross 11-3, ammonizioni 0-2.

SECONDO TEMPO

52' - Juve due volte pericolosa in attacco, ma né Tevez né Llorente riescono a impegnare Wiland.

55' - Pareggio Copenaghen. L'ex Mellberg indovina in solitaria una girata sulla quale Buffon non può fare nulla. Danesi in gol al primo tiro in porta. Ora è tutto più difficile. Il replay mostra che l'azione nasce da una rimessa laterale compiuta in modo errato (i piedi del giocatore entrano sul terreno di gioco), ma le giacchette nere non vedono. Juventus-Copenaghen 1-1.

59' - Secondo rigore Juve. Llorente difende la palla in area e Mellberg lo mette giù. L'arbitro indica il dischetto e ha ragione. Ancora Vidal al tiro. Ancora gol. Juventus-Copenaghen 2-1.

62' - Tripletta Vidal. Asamoah scodella in mezzo una palla alta sul quale il centrocampista bianconero interviene di testa indisturbato. Portiere battuto. Juventus-Copenaghen 3-1.

68' - Prima sostituzione Juve. Esce Padoin, entra Marchisio.

79' - Doppia sostituzione. Vucinic per Tevez, Pourie per Toutouh.

82' - Ultimo cambio Juve. Standing ovation per Vidal. Lascia il posto a Ogbonna.

E' finita la partita. Prima vittoria della Juventus nella Champions League 2013-14. La squadra di Conte raggiunge il secondo posto in classifica alle spalle del Real Madrid. Il Galatasaray, battuto a Madrid, è costretto a vincere nello scontro diretto con i bianconeri per passare il turno. Juve in Turchia il 10 dicembre con due risultati utili su tre. Strada in discesa. Questi i numeri della gara di stasera: possesso palla 53%-47%, tiri in porta 7-2, angoli 4-2, cross 21-9, ammonizioni 0-3.

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti