FBL-PORTUGAL-MENDES
Calcio

Jorge Mendes, super procuratore che ha mosso 400 milioni (in un'estate)

Fifa e Uefa l'hanno nel mirino, ma il calciomercato gira intorno a lui. In Portogallo e in Inghilterra si chiedono: è il più potente?

Fifa e Uefa l'hanno messo nel mirino insieme ai grandi fondi che provano a comandare nel calcio europeo. Però l'estate di Jorge Mendes, l'uomo che può vantarsi di avere nel portafoglio assistiti lo Special One e Cristiano Ronaldo, è stata riccadi soddisfazioni e la fotografia perfetta di quanto possa pesare una figura come quella del portoghese negli equilibri del football business. I conti in tasca glieli hanno fatti i suoi connazionali, ammirati (e anche un po' spaventati) dall'espandersi del potere di Mendes che disegna nuovi equilibri e su cui le istituzioni del pallone faticano ad esercitare il controllo.

In tre mesi di calciomercato, è il calcolo fatto dal quotidiano lusitano Record, Jorge Mendes ha mediato passaggi di giocatori tra i top club europei per circa 400 milioni di euro. Una vera fortuna transitata per le sue mani e che ne ha arricchito conto in banca e appeal tra i top player e i dirigenti di mezzo mondo. Il colpo più pesante è stato senza dubbio quello del giovanissimo Martial dal Monaco al Manchester United: 80 milioni in tutto, bonus compresi, cifra che ha destato scalpore anche in Premier League dove nessuno bada a spese per tentare di rinforzarsi.

Principato di Monaco, Valencia, Porto, Benfica e Atletico Madrid. Mendes si è mosso quasi sempre lungo questo perimetro e da lì ha piazzato le sue trattative. Di Maria dallo United al Psg per 63 milioni di euro, Otamendi da Valencia al City per 45, Turan dall'Atletico Madrid al Barcellona (41) e via via, comprese quelle imbastite in extremis dopo l'eliminazione del Monaco dal preliminare di Champions League per mano del Valencia in una sfida presentata dai giornali francesi come un derby Mendes contro Mendes, essendoci tra campo e panchina ben 19 assistititi. Un record. In meno di una settimana dal Principato hanno fatto le valigie Abdennour e Kurzawa alla modica cifra di 50 milioni complessivi. E prima era toccato a Carrasco, approdato all'Atletico Madrid insieme a Jackson Martinez, la beffa per il Milan rimasto a bocca asciutta.

Un vortice di nomi, cifre, club, viaggi e trattative. Il totale si avvicina ai 400 milioni di euro, quasi il fatturato di una multinazionale da cui Mendes ricava percentuali e potere. In Inghilterra la domanda se si tratti dell'uomo più potente del mondo del calcio è stata formulata qualche settimana fa, mettendo in fila l'undici ideale dei suoi assistiti. Competitivo? Eccolo qui: De Gea in porta, Otamendi-Garay-Silva-Coentrato sulla linea difensiva, Carvalho-Moutinho-James Rodriguez a centrocampo, Ronaldo (quello del Real Madrid)-Di Maria-Diego Costa in attacco. Roba da Champions League e non solo per partecipare.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti