Calcio

Jiangsu Suning e il mercato in serie A: chi sono i ricchi della Cina

Luiz Adriano pagato 15 milioni al Milan, offerte per Guarin, Gervinho ed Eder: chi c'è dietro il club che sta facendo shopping in Italia

Guangzhou Evergrande v FC Seoul - AFC Champions League 2013 Final 2nd Leg

Giovanni Capuano

-

Prima l'assalto fallito ad Eder, che ha preferito restare in Italia per non perdere la maglia della nazionale nell'anno dell'Europeo. Poi l'affondo riuscito su Luiz Adriano: 15 milioni cash al Milan e un contratto monstre al brasiliano per fare i bagagli e trasferirsi a Nanchino. Il ciclone Jiangsu Suning sta travolgendo il calciomercato invernale della serie A: una montagna di soldi che promette di non arrestarsi.

Le mani della Cina sulla Liga: metà club con legami in Oriente
 

Nel mirino dei nuovi ricchi di Cina ci sono, infatti, altre stelle del nostro campionato: Guarin, che l'Inter cederebbe volentieri per finanziare il mercato in ingresso, e Gervinho, caduto in disgrazia alla Roma dopo l'addio di Garcia, di cui era il pupillo e l'uomo di fiducia in campo. Uno shopping inarrestabile che sta offrendo ottime occasioni anche ai club di casa nostra, a caccia di mercati da cui ricavare il denaro sufficiente a sistemare i bilanci.

Ecco perché l'intermediario che ha avuto l'incarico di fare razzia di giocatori dalla serie A viene accolto con tutti gli onori dagli operatori italiani. In fondo è una fortuna se dall'Estremo Oriente si guarda al torneo di casa nostra. In attesa degli investimenti sui club, che invece sono già presenti in forma massiccia soprattutto nella Liga spagnola, ci si accontenta delle opportunità di mercato.

Chi è lo Jangsu Sunig

Fondato nel 1958, il club di Nanchino che sta movimentando il mercato italiano di gennaio è rimasto a lungo nell'anonimato delle serie minori. Nei mesi scorsi la svolta dopo l'ingresso del colosso Suning Commerce Group che ha speso 73 milioni di euro per acquistare la società cambiandogli nome da Jiangsu Sainty a Jiangsu Suning.

Il primo passo verso la rivoluzione. Il calcio è stato scelto per cercare nuovi sbocchi commerciali e andare a caccia di clienti nell'attività internet che garantisce alla Sunig un fatturato di 14 miliardi di euro grazie a una ramificata rete di punti vendita in tutta la Cina. Diversificare è la parola d'ordine seguita in questi anni da molti colossi della zona a partire da Alibaba, gigante del web, che si sta interessando a partnership con il Milan.

I nuovi proprietari dello Jiangsu Sunin hanno deciso di investire forte sul club per cercare di velocizzare la salita ai livelli più altui del campionato cinese dopo il 9° posto dell'ultima stagione. Luiz Adriano è solo il primo nome coinvolto nel progetto, affidato al coach romeno Dan Petrescu, altra vecchia conoscenza del nostro calcio.

La Cina intera sta puntando molti soldi sullo sviluppo del soccer. L'input viene dal Governo centrale che aspita ad ospitare entro i prossimi vent'anni un'edizione della Coppa del Mondo Fifa presentando una nazionale competitiva per il successo finale. Da anni verngono portati in Cina allenatori di grande fama per cercare risultati e formazione dei tecnici locali e grande sforzo è riservato alla creazione di accademie per i giovani: un lavoro capillare necessario per creare una scuola oggi inesistente.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie A 2015-2016: il tabellone del calciomercato

Tutti gli acquisti e le cessioni nel mercato invernale delle 20 squadre di serie A

Serie A 2015-16: il tabellone finale del calciomercato invernale

Gli acquisti, le cessioni e i prestiti più importanti in entrata e in uscita delle 20 squadre di A nella sessione di mercato di gennaio

Commenti