Spagna Europeo Under 21
Calcio

Italia-Spagna: tutto sugli avversari dell'Under 21 azzurra nella semifinale

Asensio ma non solo, gli spagnoli sono i grandi favoriti dell'Europeo e hanno il vantaggio di aver riposato. I loro punti di forza

Non poteva capitare peggio all'Italia Under 21 nella sua corsa verso la finale dell'Europeo. La Spagna di Celades è la squadra più forte del lotto, la vera favorita per successo nella manifestazione che ha già conquistato nel 2013 proprio contro di noi, dominando l'allora sfida conclusiva. 

Italia-Spagna vale il pass per giocarsi l'Europeo a Cracovia. Gli azzurri di Di Biagio sono stati sfortunati; non è bastato conquistare il primo posto nel suo girone per evitare l'accoppiamento da incubo. Il paradosso è che la Germania, superata dalla nostra Under, se la vedrà con l'Inghilterra che sulla carta è meno temibile.


"Servirà un altro miracolo ma noi possiamo farlo" ha detto il ct Di Biagio, che con la vittoria sulla Germania ha messo a tacere tutte le critiche. Il compito è reso più gravoso dall'assenza obbligata di Berardi e Conti, squalificati per somma di ammonizioni, mentre gli spagnoli si sono potuti concedere il turn over nell'ultima giornata.

Il fattore fatica potrà essere uno degli elementi chiave della sfida di Tichy (martedì 27 giugno ore 21). Non l'unico. Ecco l'analisi di pregi (tanti) e difetti (pochi) della Spagna con la quale ci giochiamo lo storico appuntamento di Cracovia:

1168913

Grande attacco ed equilibrio difensivo

La Spagna è una squadra capace di sviluppare un grande gioco offesivo (tre vittorie e 9 gol segnati nel girone) mantendendo allo stesso tempo un grande equilibrio. E' una delle Under più esperte nel senso di numero di presenze nel calcio dei grandi o di abitudine alle grandi sfide. Il simbolo è Asensio, autore di una rete nella finale Champions a Cardiff.


L'attacco è il reparto più ricco di qualità: oltre ad Asensio ci sono Sandro e Deulofeu che ha fatto bene con la maglia del Milan. Ma anche a centrocampo c'è da lustrarsi gli occhi e la stellina è Saul dell'Atletico Madrid. Nomi noti agli appassionati di tutto il mondo, obiettivi di mercato di grandi club.

Come mettere la Spagna in difficoltà

L'Italia ha qualche arma a disposizione per tentare di inceppare la macchina spagnola. Anche nella recente amichevole persa 2-1 le Furie Rosse non hanno avuto vita facile. Equilibrio ed aggressività sono la ricetta che può aiutare Di Biagio a ridurre il gap tecnico in campo, un po' come ha fatto Conte nell'Europeo dei grandi un anno fa.


Andare ad attaccare nella propria metà campo gli spagnoli, alzare il ritmo e il pressing (già visto contro la Germania) è nelle corde degli azzurrini anche se andrà verificata la tenuta fisica col passare dei minuti. L'intensità non potrà mai mancare, altrimenti il giro palla spagnolo risulta letale.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti