Sprofondo Italia, ma fare l'Europa League conviene

Una sola squadra in Champions eppure il ranking Uefa ci premia. E se Juve, Napoli, Fiorentina e Lazio non snobbano la coppa di riserva...

Il ranking Uefa vede l'Italia sempre al quarto posto – Credits: Ansa

Giovanni Capuano

-

Smaltita la delusione per il mercoledì nero, il calcio italiano prova a rialzarsi con una certezza. La stagione è stata sin qui positiva e il ranking Uefa la fotografa in maniera corretta. Siamo sempre quarti e la Germania si allontana (ora è distante più di 16 punti), ma la buona notizia è che stiamo respingendo l'assalto di Francia e Portogallo che premevano alle nostre spalle e, soprattutto, che da qui a maggio siamo destinati a migliorare la nostra posizione. Volendo potremmo anche fare di più: la chiave sta nell'approccio che Juventus e Napoli, retrocesse dalla Champions, avranno nei confronti dell'Europa League. La snobberanno? Proveranno ad arrivare fino in fondo? Se la risposta giusta è la seconda prepariamoci a una primavera ricca di soddisfazioni e a metterci al sicuro per un po'.

IL RANKING ASSOLUTO - La classifica delle nazioni per l'Uefa recita un podio con Spagna (88.427), Inghilterra (82.320) e Germania (79.498). Alle loro spalle c'è l'Italia che è a quota 63.105 e che ha staccato il Portogallo (57.966) e la Francia (54.333). Lontanissime tutte le altre compresa la Russia che è settima con 45.832 punti: è la posizione che determina la perdita di un'altra squadra in Champions League ma siamo a distanza di sicurezza. 

IL RANKING STAGIONALE - Questa classifica è figlia di un inizio di stagione positivo, nel quale siamo alle spalle delle nazioni guida e stiamo facendo molto meglio di tutte le altre. Ecco i numeri: Italia 10.333 punti, Russia 9.250 (-1.083), Francia 6.333 (-4.000) e Portogallo 5.583 (-4.750). Merito dell'ottimo girone del Napoli (4 vittorie), del Milan e dell'attenzione con cui Fiorentina e Lazio hanno preso l'Europa League. Rispetto alle altre, poi, abbiamo mantenuto un numero sufficiente di squadre nelle competizioni europee: 5 su 6. Come noi anche Spagna e Inghilterra (6 su 7) mentre tutte le altre pagheranno dazio a partire dal Portogallo (2 su 6 in Europa League dopo la retrocessione di Porto e Benfica) e dalla Francia (2 su 6 con Psg in Champions e Lione in Europa League). Cosa significa in concreto? che da qui a maggio loro divideranno qualunque risultato per 6 mentre noi potremo guadagnare punti preziosi.

ECCO PERCHE' CONVIENE ANDARE IN FONDO ALL'EUROPA LEAGUE - Il sistema di punteggio dell'Uefa assegna pari dignità alle due competizioni. Dunque se Juve, Fiorentina, Lazio e Napoli faranno buoni risultati sarà una primavera di corsa per il calcio italiano che deve ancora difendersi dal Portogallo. In proiezione sulla stagione 2014-2015 i lusitani ci sono avanti di 0.289 punti perché al termine di quest'anno verranno scartati i risultati del 2009-2010, cioè la stagione del Triplete dell'Inter. Attenzione, però: a inizio anno questa proiezione ci vedeva molto più penalizzati e quindi la nostra corsa fin qui è stata di recupero sul Portogallo e anche sulla Francia. Alle spalle delle due nazioni sta crescendo la Russia. E' lontana ma guai a sottovalutarla.

Seguimi su Twitter @capuanogio

© Riproduzione Riservata

Commenti