La mancata qualificazione dell'Italia di Giampiero Ventura ai Mondiali di Russia 2018 ha scatenato un terremoto che porterà alla tabula rasa nel calcio italiano. In attesa delle novità sulle dimissioni del commissario tecnico e del presidente Figc Carlo Tavecchio la Federazione si è già messa al lavoro per riportare in vita il calcio italiano.

Il futuro della panchina

Dato per certo l'addio a Giampiero Ventura è probabile che l'Italia si affidi ad un traghettatore in attesa di definire un progetto tecnico su lunga scadenza. Il nome più gettonato è quello di Luigi Di Biagio, tecnico dell'under 21 che conosce bene l'ambiente azzurro. Per il nuovo ciclo bisognerà invece aspettare e valutare anche le disponibilità economiche della Federazione dopo una mazzata che costerà centinaia di milioni di euro in meno nelle casse federali. I tifosi vorrebbero Carlo Ancelotti ma i candidati non mancano: da Antonio Conte a Massimiliano Allegri passando per Roberto Mancini e Claudio Ranieri.

Chi resterà nel giro azzurro

Il futuro della porta sarà nei guanti di Gianluigi Donnarumma con Mattia Perin promosso come vice in pianta stabile. La fascia di capitano potrebbe finire sul braccio di Leonardo Bonucci e la linea giovane dovrebbe evitare l'epurazione ad alcuni protagonisti: Matteo Darmian, Alessandro Florenzi, Roberto Gagliardini, Marco Verratti, Andrea Belotti, Ciro Immobile e Lorenzo Insigne su tutti. Alcuni nomi certi per il futuro ci sono già Federico Chiesa della Fiorentina, Mattia Caldara dell'Atalanta (ma già della Juventus) e Domenico Berardi del Sassuolo.

Chi può tornare

Potrebbero tornare nel giro anche giocatori non convocati da Giampiero Ventura come ad esempio Angelo Ogbonna (West Ham), Domenico Criscito (Zenit), Franco Vazquez (Siviglia), Roberto Soriano (Villareal), Nicola Sansone (Villareal), Mario Balotelli (Nizza) e Sebastian Giovinco (Toronto).

Le sorprese

Tra le novità potrebbe esserci anche qualche nome esotico come Vincenzo Grifo, attaccante del Borussia M'Gladbach, e Daniel Caligiuri, tedesco di origine italiana classe 1988 che gioca nello Schalke 04 ed ha una buona esperienza internazionale.

Gli addi sicuri

Oltre che per Gianluigi Buffon, Andrea Barzagli e Daniele De Rossi la gara con la Svezia potrebbe essere stata l'ultima in azzurro anche per altri giocatori. Il prossimo ct valuterà se puntare ancora su Giorgio Chiellini e Antonio Candreva mentre l'avventura in nazionale potrebbe essere finita per Marco Parolo ed Eder.

I giovani in prospettiva

Il nuovo progetto azzurro partirà dai nomi più promettenti che escono dalle nazionali giovanili. Una lista già lunga e che fa ben sperare per il futuro della Nazionale:

Portieri:

Alex Meret (SPAL)

Difensori:

Gianluca Mancini (Atalanta), Alessandro Bastoni (Atalanta), Adam Masina (Bologna), Filippo Romagna (Cagliari), Nicola Murru (Sampdoria), Antonio Barreca (Torino), Federico Dimarco (Sion)

Centrocampisti:

Bryan Cristante (Atalanta), Federico Di Francesco (Bologna), Alessandro Murgia (Lazio), Federico Viviani (SPAL), Vincenzo Grifo (Borussia M'Gladbach)

Attaccanti:

Simone Lo Faso (Fiorentina), Gianluca Caprari (Sampdoria), Patrick Cutrone (Milan)

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti