Juve-Napoli in campo 24 ore. Tremano Marchisio e Buffon

In tutto 1.442 minuti nel martedì delle nazionali, 3.278' complessivi. I due bianconeri a rischio? Cavani, in campo 53' prima di un volo lungo una giornata

Italia-Danimarca

Marchisio lascia il campo dopo l'infortunio alla spalla sinistra – Credits: La Presse

Giovanni Capuano

-

Hanno giocato più i napoletani che gli juventini (729 minuti contro 713) ma in questa seconda tornata di sfide nazionali in giro per il mondo a tremare è soprattutto la Juventus, in ansia per le condizioni fisiche di due pilastri come Buffon e Marchisio. Il bilancio del martedì di qualificazioni mondiali sorride a Mazzarri, anche se il lunghissimo viaggio di ritorno dall'altura della Bolovia gli restituirà un Cavani stremato e deluso per essere stato travolto con il suo Uruguay che ora è a un passo dall'eliminazione.

Chi ha tremato è stato certamente Conte quando, poco prima della mezz'ora del secondo tempo della sfida di San Siro tra Italia e Danimarca ha visto il suo Marchisio avvicinarsi alla panchina tenendo stretta la spalla sinistra. Il verdetto medico è stato impietoso: sublussazione. Un infortunio doloroso ma che non dovrebbe creare problemi in vista della partita di sabato allo Juventus Stadium. "Per quanto mi riguarda Marchisio sarà disponibile" ha precisato il professor Castellacci, medico della nazionale.

Di sicuro rischia, invece, Buffon perché l'affatticamento muscolare non è passato. Il capitano della nazionale avrebbe voluto giocare contro la Danimarca, ma nel provino decisivo ha sentito ancora dolore e fastidio. Viene restituito alla Juventus senza certezze: Storari è pronto a scendere il campo al suo posto come De Sanctis ha fatto (e bene) in nazionale.

JUVENTUS: 713 MINUTI (1.699 IN TOTALE) - Prandelli ha usato il bilancino con i suoi bianconeri-azzurri. Gara intera per Barzagli, Barzagli e Pirlo (uno dei migliori). Marchisio è stato in campo 74' prima di essere sostituito e Giaccherini ha fatto solo gli ultimi 5 come a Yerevan. Solo tribuna per Bonucci che in Armenia era andato male ed è stato avvicendato con il compagno di reparto Chiellini. A questi vanno aggiunti i 90' di Marrone con l'Under 21 in Svezia.

Isla, Caceres e Asamoah sono a Vinovo da un pezzo. Restavano in giro Isla, che ha fatto 90' in Cile-Argentina vinta da Messi e compagni, Lichtsteiner e Bendtner (anche per loro partita piena) e Vucinic. Proprio il montenegrino è la buona notizia per Conte: ha visto quasi tutto il match dalla panchina subendrando solo a 4' dalla fine al posto di Jovetic. Riposato.

NAPOLI: 729 MINUTI (1.579' IN TOTALE) - Più complesso il lavoro di Mazzarri nelle prossime ore. La partita giocata da De Sanctis non preoccupa. Maggio è stato tenuto in panchina dopo una settimana in cui si è diviso tra nazionale e famiglia. In Under 21 Insigne (90') ha fatto meraviglie e un gol strepitoso. Con Pandev squalificato, la gara intera è toccata ad Hamsik contro la Grecia e a Behrami e Inler in Islanda-Svizzera. Dzemaili è entrato nel finale (11') così come era accaduto contro la Norvegia.

Ci sono poi i sudamericani. La gara-clou era Cile-Argentina vinta 2-1 dagli ospiti. L'hanno giocata dall'inizio alla fine Campagnaro e Fernandez, mentre il cileno Vargas (ammonito) è stato gettato nella mischia a inizio ripresa dal ct cileno per tentare la rimonta. Stessa sorte toccata a Cavani nell'Uruguay travolto dalla Bolivia. Il matador è subentrato in corsa (37' pt) a Pereira quando i padroni di casa erano già avanti per 2-0. Mossa inutile. Ora il viaggio di ritorno: 20 ore in aereo dai 3600 metri di La Paz a Roma con scali a Montevideo e Buenos Aires. Arrivo previsto: giovedì mattina a sole 60 ore dal match di Torino. Basterà?

Segui anche su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Vidal espulso torna in Italia. Messi travolge Cavani - IMMAGINI

Juventini in campo per 986' contro gli 850' dei napoletani. Si rivede in gol Bendtner. Per il cileno rosso diretto e squalifica. Anche Pandev out martedì

Commenti