Quelle strane certezze dell'Inghilterra, e quelle dell'Italia

Il Daily Mail pubblica la lista dei 10 motivi per cui ci faranno a fette, mentre Rooney non ha dubbi sul fatto che siano loro i più forti. Se proprio dobbiamo replicare... - Chi vince?

Un tifoso inglese bacia la Coppa, ma il Mondiale deve ancora iniziare... – Credits: Getty Images.

Paolo Corio

-

Che i tabloid del Regno Unito amino mixare le analisi calcistiche con le discussioni da bar (anzi, da pub) è cosa nota. Alla vigilia di Italia-Inghilterra, ecco allora il Daily Mail pubblicare online la lista dei 10 motivi  per cui i Leoni di Sua Maestà sbraneranno gli azzurri. Di tecnico, però, c'è solo il riferimento ai dubbi di Cesare Prandelli sulla formazione da schierare, specie riguardo una difesa perforata anche dal Lussemburgo, e l'osservazione che il nostro ct ha lasciato a casa un bomber del calibro di Pepito Rossi. Per il resto, è soprattutto un mix di supposizioni (il fatto che la nostra Nazionale non abbia mai vinto negli ultimi 7 match internazionali), di umorismo decisamente anglosassone ("Come fanno a mettere davanti uno che si chiama Immobile?") e di cabala (il fatto che Phil Jagielka abbia il record di un tiro-un goal contro l'Italia nell'amichevole giocata in Svizzera due anni fa).
Insomma, pur con tutti i dubbi suscitati dall'Italia nelle ultime apparizioni, arrivati in fondo all'articolo Rooney e compagni non destano più timori di quanti ne deve suscitare il rispetto per qualsiasi avversario, di rango e non. Però viene la voglia di replicare, in 5 punti perché - parafrasando Shakespeare - "la sintesi è la virtù dei forti"...

1) I due recenti pareggi dell'Inghilterra nelle amichevoli a Miami contro Ecuador (2-2) e Honduras (0-0) non hanno messo in luce né una difesa insuperabile né un attacco travolgente.

2) A proposito dei match di cui sopra, il secondo è stato tra l'altro sospeso per circa 30 minuti a causa dei nuvoloni (e il conseguente rischio fulmini) che hanno oscurato il cielo sopra Miami. Scampato il pericolo, non vorremmo però che gli inglesi si imbattano presto in un nuovo tornado (azzurro).

3) Quello che è stato definito "il ruggito di Rooney", con le roboanti dichiarazioni della vigilia sulla superiorità dell'Inghilterra rispetto all'Italia, fa parte del gioco. Che va però replicato sullo spelacchiato campo di Manaus, dove l'Italia si presenta come nona squadra del ranking Fifa... giusto una posizione sopra gli inglesi.

4) L'unica volta in cui l'Italia ha affrontato l'Inghilterra in un Mondiale? Nella finale del 3°-4° posto del 1990: 2-1 per gli azzurri, con goal di Roberto Baggio e rigore di Totò Schillaci. A quale Ciro Immobile assomiglia non poco per caratteristiche fisiche e opportunismo.

5) Le statistiche dicono che in 24 partite tra Italia e Inghilterra, gli azzurri hanno vinto 9 volte, pareggiato 7 e perso 8. E dal conteggio è escluso lo storico 21-0 che solo il povero Fantozzi e i suoi altrettanto sfigati colleghi non poterono vedere perché precettati dal mega-direttore per la proiezione de "La corazzata Potëmkin". Ricorda lo stesso Fantozzi: "Nel buio della sala correvano voci incontrollate e pazzesche: si diceva che aveva segnato anche Zoff di testa, su calcio d’angolo”. A noi basta che Buffon (la cui separazione dalla Seredova compare nella lista del Daily Mail) continui a parare come sa.

© Riproduzione Riservata

Commenti