L'analisi delle avversarie nel girone dell'Italia

La squadra di Prandelli sarà nel gruppo D con Uruguay, Costa Rica e Inghilterra - Tutti i gironi - Gli azzurri ai mondiali - Quei sorteggi pilotati - 

(Getty Images)

Matteo Politanò

-

Si è svolto oggi in Brasile a Costa do Sauipe il sorteggio per i gironi dei mondiali 2014. In un resort poco distante da Salvador de Bahia sono stati sorteggiati i gruppi che a partire dal 12 giugno si contenderanno il trofeo più prestigioso. L'Italia di Prandelli finisce nel gruppo D con Uruguay, Costa Rica e Inghilterra. 

L'Uruguay è la testa di serie nel girone degli azzurri e arriverà al mondiale brasiliano ancora con Oscar Tabarez in panchina. Con lui è arrivata la storica vittoria in coppa America nel 2011, sedici anni dopo l'ultimo trionfo. Ha vinto in finale contro il Paraguay per 3-0 confermando la crescita costante della Celeste. Nell'ultimo mondiale la formazione di Edinson Cavani ha centrato la quarta posizione perdendo la finalina contro la Germania. Nella scorsa stagione è arrivato invece quarto alla Confederations Cup vinta dal Brasile. Prandelli dovrà prestare attenzione soprattutto alla classe nel reparto avanzato con giocatori del calibro di Cavani, Suarez, Abel Hernandez e il 34enne Diego Forlan. Tanti i volti noti nel campionato italiano: da Muslera a Caceres passando per Gargano, Pereira, Perez, Ramirez e Gonzalez. L'ultima sfida tra le due nazionali risale proprio alla scorsa estate con la vittoria azzurra nella finale per il terzo e quarto posto alla Confederations Cup. I tempi regolamentari erano terminati sul 2-2. Nel primo tempo uomini di Prandelli sono andati avanti con Astori ma nella ripresa 1-1 è arrivato il pareggio del "Matador" prima del 2-1 di Diamanti e del pareggio dopo 5' nuovamente con Cavani. Nell'extra-time il risultato non cambia e dal dischetto sono decisivi gli errori di Forlan, Caceres e Gargano tutti e tre parati da Buffon.

urug_emb8.jpg

Gli undici giocatori con il valore di mercato più alto: 

uru_emb8.jpg

La seconda squadra sorteggiata è la Costa Rica, 48^ nazione nel ranking Fifa che sarà alla quarta partecipazione nella coppa del mondo. Uscita nel primo turno nel 2002 e nel 2006 la nazionale allenata da Jorge Luis Pinto non si è qualificata per l'edizione 2010 in Sud Africa e il miglior risultato nella sua storia è un quarto di finale nella coppa America 2004. Formazione alla portata e senza grande tradizione calcistica, la Costa Rica ha una rosa dove non spiccano particolari doti singole. I giocatori più conosciuti in patria sono Bryan Luiz, attaccante del Fulham, Bryan Oviedo dell'Everton e il portiere Keylor Navas del Levante. Sicuramente tra le squadre meno attrezzate del mondiale, la Costa Rica ha un tasso tecnico che rende quasi impossibile ipotizzare un passaggio del turno. Tuttavia la consapevolezza di non aver nulla da perdere potrebbe rendere i sudamericani la mina vagante del girone D. 

costa-rica_emb8.jpg

Gli undici giocatori con il valore di mercato più alto: 

ci_emb8.jpg

L'ultima sorteggiata sarà forse l'avversario più ostico per gli azzurri. L'Inghilterra di Roy Hodgson finisce nel gruppo D con l'obiettivo di passare il turno e cercare una vittoria che manca dal 1966. Dopo la deludente prestazione in Sudafrica conclusa agli ottavi di finale la squadra della Regina punterà forte sulla spina dorsale del Manchester United composta da Cleverly, Carrick, Rooney e Welbeck. Da tenere d'occhio il talento del Liverpool Sturridge mentre a centrocampo non mancherà la coppia Gerrard - Lampard. L'ultima sfida tra le due nazionali risale al campionato Europeo del 2012 quando gli uomini di Prandelli riuscirono ad imporsi per 4-2 ai calci di rigore. Sulla carta l'Inghilterra sembra avere una delle nazionali meno forti degli ultimi anni ma occhio alle sorprese e alla voglia di emergere dei giovani, soprattutto del trio Walcott, Oxlade-Chamberlain e Jack Wilshere.

inghil_emb8.jpg

Gli undici giocatori con il valore di mercato più alto: 

ingh_emb8.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti