Calcio

Scatto Italia: torna 4° nel ranking Uefa

L'ottimo debutto in Champions ed Europa League consente il sorpasso sul Portogallo. E per la prima volta avviciniamo la Germania...

SSC Napoli v AC Sparta Praha - UEFA Europa League

Giovanni Capuano

-

Peccato per il Torino, ma questa volta siamo andati davvero a un passo dall'en plein che al calcio italiano manca da troppo tempo. Ci sono segnali di risveglio e, se il buongiorno si vede dal mattino, anche la speranza che in quella che deve essere la stagione del riscatto i nostri club hanno deciso finalmente di non snobbare l'Europa League. Il bilancio della prima settimana europa è lussuoso: 5 vittorie (Juventus, Roma, Inter, Napoli e Fiorentina), un solo pareggio (Torino) e nessuna sconfitta, 15 gol fatti e 2 subiti. Quasi un trionfo che consente all'Italia l'immediato controsorpasso ai danni del Portogallo nel ranking Uefa dove, come Panorama.it ha spiegato il giorno dopo l'eliminazione del Napoli dal preliminare Champions League (LEGGI QUI), l'occasione di schierare tre big nella coppa di riserva è ghiotta.

RECUPERATI QUASI 2 PUNTI IN UN TURNO - Noi siamo andati vicini all'en plein e il Portogallo ha vissuto una settimana da incubo, con una solu vittoria (Porto), un pareggio (Sporting Lisbona) e ben 3 sconfitte. Risultato: l'Italia ha messo insieme un tesoretto di 1,833 punti in un colpo solo e i portoghesi - che all'inizio della stagione ci avevano scavalcato in quarta posizione - si sono fermati a 0,500. Controsorpasso immediato e quarto posto recuperato: 55,676 contro 55,549. Non conta nulla (come non contava nulla prima), ma psioclogicamente è un'ottima notizia anche perché la partenza delle italiane è veloce come mai nel recente passato. Dopo il primo turno solo la Spagna ha fatto meglio, mentre anche Inghilterra e Germania stanno viaggiando un ritmo inferiore e la Russia è pari a noi. A proposito, la vittoria della Roma sul Cska Mosca vale doppio perché proprio i russi sono la nazione emergente in proiezione futura.

LA CLASSIFICA DI QUEST'ANNO - Davanti a tutti c'è la Spagna con 84,142, poi l'Inghilterra (70,820) e la Germania (67,410). Per la prima volta accorciamo il gap nei confronti dei tedeschi (siamo a -11,739), mentre alle spalle abbiamo vicino il Portogallo (55,549), ma teniamo a distanza di sicurezza Russia (44,998) e Francia (44,583). La Ligue1 è in difficoltà netta e oltre al Psg c'è ben poco. In questo turno, poi, anche i parigini hanno raccolto solo un pari in terra tedesca e il bilancio provvisorio è così magro da mettere a rischio la sesta posizione. L'altra buona notizia per l'Italia è che almeno fino a dicembre resteremo gli unici con in corsa tutte le squadre: 6 su 6. Gli altri perderanno decimali di punto fisiologicamente ad ogni turno e noi no. L'effetto si sta già cominciando a vedere.

GERMANIA PIU' VICINA - Per capire, però, quanto conti fare bene anche in Europa League basta leggere un altro dato. Ci siamo abituati a considerare il terzo posto della Germania inarrivabile e a medio termine il giudizio non cambia. Così come siamo caduti in fretta, però, il meccanismo del ranking Uefa potrebbe consentirci di risalire abbastanza rapidamente sul podio recuperando così la quarta squadra in Champions. Non ci credete? Ecco la proiezione di quanto potrà accadere all'inizio della prossima stagione: il divario tra Germania e Italia sarebbe ad oggi di soli 7,644 punti contro gli 11,739 attuali che un anno fa erano oltre 14. Effetto del gioco degli scarti che a maggio costringerà la Bundesliga a cancellare la ricca stagione 2010-2011 nella quale ha fatto 4,095 punti in più di noi. E la bella notizia è che il giochino si ripeterà in maniera favorevole all'Italia anche quando toccherà al 2011-2012 (dove i tedeschi perderanno 3,893 punti, e al 2012-2013 (-3,512). Provando a mettere insieme i numeri, significa che noi recupereremo nei prossimi tre anni 11,5 punti alla Germania. Un autentico tesoro. E anche l'Inghilterra si avvicinerà moltissimo con un gap negativo di 12,691 punti: oggi ne ha 15,144 di vantaggio.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ranking Uefa: 5° posto ma stesse squadre per l'Italia

Il sorpasso del Portogallo nella graduatoria europea non incide sul numero di nostre formazioni iscritte a Champions ed Europa League. Tuttavia...

Sorpresa ranking Uefa, recuperiamo. Il peso dell'Europa League

Siamo quarti ma teniamo dietro Francia e Portogallo. Nella ex Uefa già più vittorie che nelle ultime due stagioni complete

Deboli e distratti in Europa, ma il ranking Uefa non precipita

Continuiamo a snobbare l'Europa League, siamo poco competitivi eppure il bilancio non è negativo. Se i gironi eliminatori terminassero oggi però...

Commenti