Calcio

Nainggolan all'Inter: quando l'arrivo di una star diventa evento social (e fa guadagnare)

Il futuro della comunicazione è già presente anche nel calcio. Un milione e mezzo di interazioni per i prodotti Twitter, Facebook, Istagram e Youtube

nainggolan inter social network presentazione

Giovanni Capuano

-

Radja Nainggolan che si infila un cappuccio in testa, attraversa i quartieri di Milano facendo esercizio di un ottimo stile di parkour e arriva sulla terrazza della sede affacciata sul Duomo prima di svelare la sua identità. Immagini che in giro per il mondo hanno visto centinaia di migliaia di persone, tifosi Inter e non solo.

E' il futuro, bellezza. Anzi il presente e fa niente se a qualcuno può non piacere o sembrare kitsch. Comunicazione, valorizzazione di un brand e, in ultima istanza, la possibilità o meno di tradurre tutto in ricavi passa anche e soprattutto dalla frontiera delle piattaforme social dove il mercato calcistico italiano ha accumulato un certo ritardo iniziale, ma che ora sta sviluppando con investimenti e la creazione di prodotti ad hoc.

L'arrivo di Nainggolan all'Inter - ex stella della Roma inseguito con caparbietà dal tecnico Spalletti per le sue qualità tecniche e per la quella fama un po' da duro che in campo gli consente di farsi sentire con compagni e avversari - è diventata l'occasione per fare un passo avanti verso il futuro. Con una prima volta assoluta (almeno per l'Italia): la creazione di un brandend content con un partner commerciale che ha unito il suo marchio a quello del club nel giorno dell'annuncio ufficiale della conclusione della trattativa di calciomercato.

nainggolan inter social network presentazione

Il branded content legato all'annuncio dell'arrivo di Nainggolan all'Inter con la partnership con la Gazzetta dello Sport - 30 giugno 2018 – Credits: tratto da Twitter @inter

Una platea milionaria per un evento social

Intorno all'evento-Nainggolan, dal momento dell'annuncio della sua firma con l'Inter fino alla presentazione e alle prime parole ufficiali in conferenza stampa, l'ufficio comunicazione e digital del club ha creato 27 contenuti per le maggiori piattaforme social: Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.

Prodotti destinati a una fan base da 14 milioni di utenti (in continua crescita) solo contando gli account in italiano su cui la nuova Inter sta lavorando con attenzione per mettersi al passo dei top club internazionali. Come? Anche con operazioni comunicative come quella legata a Nainggolan che ha fatto segnare numeri notevoli.

Nelle prime 72 ore di esposizione, i contenuti sui social hanno generato oltre 1,5 milioni di interazioni e il video di Nainggolan (ovviamente in parte girato con una controfigura) che corre da San Siro alla sede dell'Inter per essere salutato con l'hashtag #WelcomeNinja da solo, su Instagram, ne ha generate 280mila stabilendo un primato per la piattaforma.

Tutti i numeri di un esperimento social

Lo stesso video ha totalizzato oltre 2 milioni di views complessive tra Facebook (1,6), Instagram (634mila), Twitter (424mila) e Youtube (60mila). L'audience di un buon programma in fascia preserale con gestione comunicativa diretta da parte del club e limitando al minimo l'intermediazione dei media tradizionali.

Anche la conferenza stampa ufficiale è diventata un'occasione di fidelizzazione della propria fan base. Non una novità in questo caso perché il muro era caduto nel gennaio 2017 con i primi passi all'Inter di Roberto Gagliardini, ma la conferma di una tendenza ormai inarrestabile. I numeri della diretta su Facebook e Youtube hanno premiato (oltre 350mila visualizzazioni) e la strada è tracciata. Non solo per l'Inter.

Da mesi finalmente i club italiani hanno accelerato spingendo a fondo sulla creazione di contenuti ad hoc per il mercato dei social. Con tanto di differenziazioni anche per area geografica: pubblico diverso, stili differenti e linguaggi a volte difficili da comprendere al di fuori del contesto cui sono indirizzati. La strada è tracciata.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Russia 2018: il Messico vince il Mondiale dei social network (che punta al record)

Le 32 finaliste valgono oltre 123 milioni di fan su Facebook, Twitter e Instagram. In Brasile nel 2014 il record di cinguettii e post che in Russia cadrà

Commenti