Giovanni Capuano

-

Inter-Barcellona a San Siro e Napoli-Psg al San Paolo. Ore 21. Due stadi pieni, incassi record (5,8 milioni quello dell'Inter che sbriciola ogni primato italiano) e grandi ascolti in televisione. Tecnicamente si tratta di due spareggi in cui le italiane hanno molto da guadagnare perché sono messe bene in classifica e vincendo (o nel caso dell'Inter anche solo non perdendo) potrebbero mettere un piede e... trequarti nella seconda fase.

Tutto bene quindi? No. Ecco cinque cose da tenere in mente e non dimenticare per evitare di cadere nell'errore di pensare di essere come Loro, dove Loro sta per Barcellona, Psg e gli altri top club europei che ormai ci doppiano per valore, forza, attrattività e vittorie sul campo. Certo, c'è sempre la Juve che corre per raggiungerli e non è tanto distante, ma la Juve oggi non rappresenta il calcio italiano. E' semplicemente la Juventus, un'anomalia in un sistema che si affanna.

Il buon andamento in campo (l'Italia ormai galleggia tra il secondo e il terzo posto nel ranking Uefa) non deve illudere. Meglio dirselo in modo brutale adesso che fare come Tafazzi dopo. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La classifica dei marchi sportivi più potenti al mondo: la Juventus tra i big

Il club di Agnelli (unico italiano) al 12° posto nel Powa Index che misura l'appetibilità di un brand. Sorpresa: oggi incassa la metà del suo valore

Ecco come la Juventus guadagnerà con Ronaldo (e diventerà un top club)

La necessità di crescere nel mondo e la distanza da colmare con le big europee. Quanto pesano i ricavi commerciali e quanto potrebbero crescere

L'Inter e la Champions League: adesso Suning può mostrare davvero i suoi piani

I soldi Uefa, un mercato più ricco e la possibilità di programmare investimenti per la crescita. Zhang finalmente senza paletti: che idee ha la proprietà cinese?

Tesoro Champions League: quanto hanno incassato i club dal 1992 al 2018

Il Real Madrid arricchito da 778 milioni di euro di premi e diritti tv Uefa. Poi Bayern Monaco e Barcellona davanti alla Juventus. Milan, Roma e Inter nella Top20

Commenti