Giovanni Capuano

-

Dodici allenatori in sette anni. Il post Triplete dell'Inter è stato gestito in maniera spesso confusionale prima di tutto dal punto di vista delle scelte tecniche. Moratti, Thohir e Suning - le tre proprietà che si sono alternate alla guida del club - non sono mai riuscite a dare una forma al progetto dopo l'addio di Mourinho. Colpa delle difficoltà economiche, ma anche di scommesse fatte e perse o nella quali non si è creduto fino in fondo.

Ecco l'elenco dei tecnici che hanno preso la difficile eredità dello Special One e la loro media punti in campionato. Solo Benitez ha conquistato qualche trofeo (Coppa Italia e Mondiale per club) e solo Leonardo ha garantito la qualificazione alla Champions League mentre in assoluto l'Europa è stata mancata 3 volte su 6. Pioli rischia di portare il bilancio a 4 su 7.

Rafael Benitez - media punti 1,53 (48% percentuale vittorie complessive)

Leonardo - media punti 2,30 (68,7% percentuale vittorie complessive)

Gianpiero Gasperini - media punti 0,33 (0% percentuale vittorie complessive)

Claudio Ranieri - media punti 1,53 (48,5% percentuale vittorie complessive)

Andrea Stramaccioni - media punti 1,51 (47,6% percentuale vittorie complessive)

Walter Mazzarri - media punti 1,55 (43,1% percentuale vittorie complessive)

Roberto Mancini - media punti 1,63 (46,7% percentuale vittorie complessive)

Frank De Boer - media punti 1,27 (35,7% percentuale vittorie complessive)

Stefano Vecchi - media punti 3,00 (50% percentuale vittorie complessive)

Stefano Pioli - media punti 1,69 (51,8% percentuale vittorie complessive) 

Stefano Vecchi - media punti 2,25 (60% percentuale vittorie complessive)

Ora c'è Luciano Spalletti che, con la sfida a san Siro contro il Bologna che ha certificato la crisi nerazzurra e aperto il dibattito su un possibile esonero immediato, è arrivato a quota 60 panchine in campionato con l'Inter. La sua media punti è di 1,86 ed è inferiore solo a quella di Leonardo anche se Spalletti è stato fin qui il tecnico più longevo dell'era post-Mourinho davanti a Mancini (65 presenze in Serie A) e Mazzarri (49).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Crisi Inter, ecco perché esonerare Spalletti sarebbe un errore I VIDEO

Crisi Inter, tutti i numeri del crollo della squadra di Spalletti

La sconfitta con il Bologna certifica il momentaccio: Icardi non segna, i big in ritardo e una difesa diventata perforabile

Crisi Inter, è tutti contro tutti

Dietro le difficoltà in campo una società spaccata e che sarà rivoluzionata a fine stagione

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965