Calcio

Icardi: "Se l'Inter mi vuole cedere, farò i bagagli"

Intervistato dalla Cnn, l'attaccante spiega la sua posizione contrattuale. "Sto benissimo e voglio il rinnovo, ma se il club sceglie diversamente..."

Soccer: Serie A; Sampdoria-Inter

Dario Pelizzari

-

"Se l'Inter vorrà cedermi, farò i bagagli e me ne andrò". Parola di Mauro Icardi, attaccante argentino in forza all'Inter dall'estate 2013, che alla Cnn ha spiegato le sue intenzioni per i prossimi mesi. "La mia paga, il mio stipendio, il fatto che non guadagno molto, è il risultato di due anni fa, quando sono arrivato all'Inter - ha detto il giocatore neroazzurro - Per me, è stato un buon contratto. L'ho firmato con entusiasmo, voglia di dimostrare il mio valore e di essere un giocatore importante per l'Inter". Nove centri il primo anno sotto la direzione di Walter Mazzarri, che lo fa giocare a intermittenza. Quando vede la porta, però, Icardi fa il killer. Tutti felici, si dice a fine stagione, diventerà un campione. Nel novembre scorso, via Mazzarri e dentro Roberto Mancini, che gli chiede di non fare il centravanti vecchia maniera, solo in mezzo all'area di rigore avversaria e nulla più. L'inizio è balbettante, il seguito decisamente interessante. Cambia l'Inter, non cambia Icardi, che continua a segnare tanto (15 i gol segnati finora in campionato) e comincia a correre anche per gli altri. Un mezzo miracolo per chi lo conosce dall'esordio con la Sampdoria.

Il rinnovo? Praticamente, fatto. Ma la firma non c'è ancora e finché non arriva nulla è certo, soprattutto nel calcio. "I miei agenti stanno parlando con il club - ha aggiunto Icardi - stanno arrivando ad un accordo, stanno vedendo come risolvere questa situazione e quando succederà, firmerò il rinnovo. Sono sicuro. Sarò felice io e lo sarà l'Inter". Insomma, tutto fatto. O quasi. "Se Manchester (ndr, United), Chelsea o non so chi altro mi dovessero volere, dovrebbero parlare con l'Inter. Se l'Inter vorrà cedermi, farò i bagagli e me andrò. Altrimenti resterò, perché all'Inter sto benissimo e la mia famiglia sta benissimo a Milano". Ausilio prenda nota. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

22a serie A, top e flop: Icardi non festeggia il suo 18°, sorpresa Verde

Nella trasferta di Cagliari impressiona il giovane romanista, giornata da dimenticare per Zaccardo. Bene Niang nel Genoa

Icardi, ecco il rinnovo: cifre da top player per resistere al Chelsea

Dopo mesi di trattative la soluzione è a un passo. In estate l'assalto delle big europee: 40 milioni potrebbero non bastare a convincere Thohir

27° giornata - Icardi, era gol buono. Rabbia Udinese: ancora un errore

Inter penalizzata da Gervasoni contro il Cesena (ma manca anche un penalty ai romagnoli).

Commenti