Calcio

I tifosi italiani? Primi in Europa per scaramanzia

Uno studio di Mastercard ha monitorato le abitudini di 5.000 tifosi di calcio. Ecco i risultati alla vigilia della finale di Champions League

FC Dnipro Dnipropetrovsk v FC Sevilla - UEFA Europa League Final

Matteo Politanò

-

In attesa della finale di Champions a Berlino tra Juventus e Barcellona Mastercard ha rivelato i risultati di uno studio condotto su 5000 tifosi europei (scelti tra Inghilterra, Germania, Spagna, Francia, Olanda, Italia, Turchia, Russia, Svezia, Portogallo e Ungheria), il Fan Passion Report. Dall’indagine emerge che i tifosi di calcio italiani, sono i più superstiziosi in Europa (73%), seguiti dagli spagnoli. Circa la metà degli italiani (47%) ha un capo d’abbigliamento “fortunato” che indossa in occasione delle partite, il 20% si siede sempre nello stesso posto a ogni partita e il 13% ha un menù prestabilito. Oltre il 40% degli spagnoli ammette di indossare un portafortuna, mentre i tifosi meno superstiziosi d’Europa sono i portoghesi (23%), gli svedesi (24%) e gli olandesi (29%). Inoltre in Italia il 69% dei tifosi ha rinunciato a importanti eventi familiari per assistere a una partita. Anche gli spagnoli non sono da meno, con il 60% di tifosi che preferisce il calcio alla famiglia, seguiti dai francesi (52%).

Secondo la ricerca gli italiani sono secondi solo agli spagnoli nell’accompagnare la loro squadra in trasferta all’estero: il 92% ha infatti viaggiato per supportare la propria squadra, in seconda posizione per un solo punto percentuale rispetto agli spagnoli (93%)

565853

Altre curiosità emerse dall’indagine:

  • Più di un terzo dei tifosi (35%), nell’ultimo anno ha preso un giorno di malattia per vedere una partita di calcio. In Italia si registra la percentuale più alta: il 51,9% dei tifosi ha preso dei giorni di ferie per assistere a una partita.

  • I tifosi portoghesi (63%) e svedesi (51%) sono quelli che si spostano meno, la maggior parte di loro preferisce guardare le partite da casa.

  • L’Inghilterra (23%) supera di poco la Spagna (22%) come destinazione scelta dai tifosi per assistere a una partita all’estero. L’Italia e la Germania si classificano rispettivamente al terzo e quarto posto con 12% e 10%.

  • I tifosi spagnoli sono quelli che spendono di più nelle trasferte: una media di circa 640 € a testa. Gli italiani 557 €, i francesi 492 €. In totale, la spesa media dei tifosi all’estero è di 350 € (15%).

  • I tifosi ungheresi (69%) spesso trascorrono 3 o più giorni all’estero in trasferta per assistere alle partite, mentre i portoghesi optano per un solo giorno di trasferta (29%).

Paolo Battiston, Division President Italy and Greece, ha dichiarato: “Gli appassionati di calcio amano la squadra del cuore; guardarla giocare ha per loro un grandissimo valore. Sono disposti a tutto per dare supporto alla propria squadra. Affrontano spese per le trasferte all’estero, mancano impegni familiari, indossano capi di abbigliamento “fortunati” e seguono altre superstizioni. MasterCard aiuta i tifosi ad avvicinarsi alle proprie passioni, con esperienze senza prezzo, come la finale della UEFA Champions League. Il Fan Passion Report evidenzia come nonostante ci siano molte differenze nel modo in cui supportiamo le nostre squadre, un amore condiviso per questo bellissimo gioco possa davvero unire e creare momenti e ricordi senza prezzo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti