Gruppo D: l'Italia

Dopo il 2° posto all'Europeo gli azzurri vogliono stupire ancora. Dopo il Brasile siamo i più titolati al mondo 

La nazionale azzurra – Credits: ANSA

Matteo Politanò

-

Gruppo: D con Inghilterra, Uruguay e Costa Rica 

Presentazione: Dopo il brutto mondiale del 2010 l'Italia di Prandelli vuole confermare quello che di buono ha fatto vedere nell'ultimo Europeo perso in finale con la Spagna. Sarà l'ultimo mondiale per Gianluigi Buffon e Andrea Pirlo e il primo per tante novità che il ct ha inserito nella lista delle convocazioni. Il gruppo D è tra i più complicati ed escludendo la Costa Rica sia Inghilterra che Uruguay possono giocarsi la qualificazione. L'obiettivo è quello di sempre, arrivare fino in fondo.

I convocati: 

Portieri: Gianluigi Buffon (Juve), Salvatore Sirigu (Psg), Mattia Perin (Genoa) (Antonio Mirante del Parma come 31/esimo)
Difensori: Giorgio Chiellini (Juve), Andrea Barzagli (Juve), Leonardo Bonucci (Juve), Gabriel Paletta (Parma), Andrea Ranocchia (Inter), Christian Maggio (Napoli), Mattia De Sciglio (Milan), Ignazio Abate (Milan), Matteo Darmian (Torino), Manuel Pasqual (Fiorentina)
Centrocampisti: Andrea Pirlo (Juve), Daniele De Rossi (Roma), Riccardo Montolivo (Milan), Claudio Marchisio (Juve), Thiago Motta (Psg), Marco Verratti (Psg), Antonio Candreva (Lazio), Romulo (Verona), Alberto Aquilani (Fiorentina), Marco Parolo (Parma)
Attaccanti: Mario Balotelli (Milan), Antonio Cassano (Parma), Giuseppe Rossi (Fiorentina), Alessio Cerci (Torino), Ciro Immobile (Torino), Mattia Destro (Roma), Lorenzo Insigne (Napoli).

La probabile formazione: (4-3-3) - Buffon, De Sciglio, Darmian, Chiellini, Barzagli, Pirlo, De Rossi, Verratti, Cerci, Cassano, Balotelli

Le stelle: Stella o non stella? Mario Balotelli avrà i riflettori addosso nel suo primo mondiale con la maglia azzurra. L'attaccante è sempre nel centro del ciclone ma le critiche non hanno limitato la sua media realizzativa. Anche in questa difficile stagione con il Milan ha segnato 14 gol in campionato e 18 stagionali scatenando il dibattito tra chi lo vuole dietro le punte e chi lo vede come numero 9 e terminale dell'attacco. Tra i calciatori più famosi al mondo avrà la possibilità di ottenere la consacrazione internazionale in un palcoscenico da sogno. Finora in azzurro 12 gol in 29 partite, Prandelli spera possa replicare l'Europeo di due anni fa. 

I giovani da tenere d'occhio: Ciro Immobile ha vissuto una stagione da sogno. Dopo l'anno da dimenticare al Genoa sta chiudendo la sua prima annata al Torino vincendo la classifica cannonieri e strappando a colleghi più esperti e blasonati una maglia per il mondiale. Classe 1990 è uno dei gioielli di casa Juventus che ne detiene la comproprietà con i granata. Il prossimo anno difficilmente sarà ancora un giocatore del Toro: su di lui ci sono le forti attenzioni del Borussia Dortmund pronto a investire 20 milioni di euro per il suo cartellino. 

Il palmares: 4 coppe del Mondo, 1 campionato europeo

L'allenatore: Tecnico azzurro dal 1° luglio 2010 fino ad oggi ha raccolto 51 panchine con la nazionale. Ha una media del 44,51% di vittorie e nella sua gestione ha finora utilizzato 68 giocatori. 1,71 punti di media a partita per un allenatore che due anni fa è arrivato secondo all'Europeo arrendendosi solamente alla Spagna campione del mondo. Nelle qualificazioni per il mondiale brasiliano l'Italia ha vinto 6 partite e pareggiate 4 senza nessuna sconfitta con 19 gol fatti e 9 subite. 

© Riproduzione Riservata

Commenti