Calcio

Giallo Ibarbo, da Cagliari: "Per noi era già infortunato"

I tifosi sardi lo hanno accusato di tradimento, in Sardegna era indisponibile ma con la Roma è sceso subito in campo

Cagliari Calcio v Atalanta BC - Serie A

Matteo Politanò

-

Il neo acquisto della Roma, l'attaccante colombiano Victor Ibarbo, dovrà stare fermo per 5 settimane a causa del problema al polpaccio accusato all'indomani dell'esordio con la maglia della Roma. Gli esami strumentali hanno evidenziato una lesione tra il 1/o e il 2/o grado della giunzione miotendinea del gemello mediale destro. Il giocatore sarà ora costretto a saltare 7 partite, compresa Europa League e Roma-Juventus, mentre in Sardegna esplode la polemica con i tifosi che accusano l'ex beniamino di tradimento. Il giocatore risultava infatti infortunato nel suo ultimo periodo sardo e l'esordio in coppa Italia è stato vissuto dai tifosi rossoblù come uno smacco e una mancanza di rispetto. 

"Non c'è stato alcun tradimento nei confronti dei tifosi, né da parte della società né del giocatore". Così il direttore sportivo del Cagliari, Francesco Marroccu, chiude la polemica scaturita dopo la cessione dell'attaccante subito sceso in campo con la sua nuova squadra nonostante per il Cagliari fosse ufficialmente infortunato. Il ds rossoblù spiega: "E' stata un'operazione di mercato degli ultimi giorni, non c'era nessun disegno organizzato mesi prima come qualcuno ha sostenuto. La posizione del Cagliari è quella giù espressa perfettamente dal nostro medico e anche le parole di Ibarbo in conferenza stampa lo confermano. Cosa dire ai nostri tifosi? Che col Cagliari non avrebbe giocato, poi la Roma è libera di utilizzare il giocatore come vuole. Ribadisco, con il Cagliari non giocava perchè non era pronto, e infatti si è infortunato di nuovo".

© Riproduzione Riservata

Commenti