Germania-Argentina: tutti i precedenti ai Mondiali

Domenica sarà la settima volta (più una) che le due Nazionali si affronteranno in Coppa del Mondo. La terza volta in una partita di finale

Il tedesco Völler segna il 2-2 nella finale del 1986, ma sarà poi l'Argentina a vincere con rete di Burruchaga. – Credits: Getty Images.

Paolo Corio

-

La prima volta assoluta tra Germania e Argentina a un Mondiale sarebbe potuta essere proprio in Italia, sull'erba di San Siro, il 31 maggio 1934 per i quarti di finale: fu l'Albiceleste a mancare l'appuntamento facendosi superare quattro giorni prima per 3-2 a Bologna dalla Svezia, che incrociò poi i tedeschi a Milano al posto dei sudamericani (2-1 per l'allora rappresentativa del Terzo Reich).

Sfumata l'occasione, dovettero così passare ben 24 anni prima che le due Nazionali (domenica per la terza volta contro in una finale di Coppa del Mondo) incrociassero finalmente gli scarpini: fu l'8 giugno 1958 in Svezia, in una partita del girone eliminatorio, con la Germania Ovest che si impose per 3-1 dopo un temporaneo vantaggio degli argentini, che chiusero all'ultimo posto il gruppo mentre i tedeschi finirono poi quarti, eliminati in semifinale proprio dai padroni di casa.

Otto anni dopo, ai Mondiali del 1966, ecco invece un modesto 0-0 sempre nella fase a gironi, con entrambe le squadre destinate poi a soccombere contro i futuri campioni (e padroni di casa) dell'Inghilterra: argentini eliminati nei quarti per 1-0, tedeschi sconfitti invece per 4-2 in una finale resa storica anche dall'inesistente terzo goal di Hurst nei supplementari (la palla picchiò contro la traversa e rimbalzò sulla riga, senza oltrepassarla), che venne invece assegnato dallo svizzero ma poco neutrale arbitro Dienst.

Anche nel 1974, ai Mondiali di Germania, la Selección si trovò opposta ai tedeschi, intesi però come quelli che stavano dall'altra parte del muro di Berlino: il match fu infatti contro la Germania Est per un 1-1 che valse a entrambe l'unico punto di quella seconda fase a gruppi. Molto meglio saltare allora al 29 giugno 1986, all'Estadio Azteca di Città del Messico: lì per la prima volta le due contendenti si sono giocate la Coppa del Mondo in una finale a dir poco elettrizzante. Doppio vantaggio dell'Albiceleste con Brown e Valdano, quindi pareggio della Germania con Rummenigge e Völler prima del goal decisivo di Burruchaga, lanciato a infilare Schumacher da un passaggio di Maradona, eletto miglior giocatore del torneo non solo per quella prodezza.

Messico 1986, Argentina-Germania 3-2: la rete di Burruchaga

La rivincita nella finale di "Italia '90", dopo che l'Argentina ha eliminato in semifinale proprio gli azzurri ai rigori, mentre i tedeschi hanno fatto lo stesso con gli inglesi: questa volta è la Germania (appena riunita) a imporsi con un rigore di Brehme all'84°, fischiato dall'arbitro messicano Mendéz subito dopo aver ignorato nell'altra area un intervento più che sospetto su Dezotti. Inevitabili le polemiche, ma bilancio di una Coppa a testa nelle sfide dirette, destinate però a interrompersi per tre lustri.

Italia 1990, Germania-Argentina 1-0: il rigore di Brehme

 

Bisogna infatti attendere i Mondiali di Germania 2006, con i padroni di casa che superano nei quarti la Seleccion per 4-2 dopo i calci di rigore. Dopo 120 minuti il match si era infatti chiuso sull'1-1, con vantaggio argentino al 49° con Ayala e pareggio tedesco all'80° di un certo... Klose. Altra curiosità che ci collega a Brasile 2014: all'indomani delle due decisive parate finali, l'allora portiere Lehmann dichiarò infatti di avere nascosto nei calzoncini un fogliettino pro-memoria proprio come quello estratto da Romero di fronte ai tiratori olandesi.

Ultimo capitolo prima della nuova pagina della storia del calcio da scrivere domenica al Maracanà: 3 luglio 2010, quarti di finale in Sudafrica e netto 4-0 per la Germania con le marcature dell'ormai ritirato Friedrich, ma pure di Müller e (doppietta) dell'onnipresente Klose. A Mascherano e compagni non servirà di certo nessun bigliettino infilato nei calzettoni per ricordarselo domenica 13 luglio...

© Riproduzione Riservata

Commenti