Faustino Asprilla, nuove proposte e nuovi guai

L'ex calciatore del Parma avrebbe ricevuto nei giorni scorsi l'offerta di partecipare come attore a un film porno. Lo cerca anche la Procura di Parma. L'accusa: bancarotta fraudolenta

Asprilla nel maggio scorso a Parma per il Centenario del club ducale – Credits: Marco Luzzani/Getty Images

Questa volta, Faustino Asprilla ha detto no. Alcuni giorni fa, l'ex giocatore del Parma, tra le sorprese più belle del Parma bellissimo di Nevio Scala (storia della prima metà degli anni Novanta), avrebbe ricevuto la proposta di girare un film porno. Secondo quanto racconta la stampa colombiana, gli sarebbe stata recapitata un'offerta pari a 20 milioni di pesos (al cambio attuale, 7631 euro) per una settimana di riprese. Proprio così, Asprilla protagonista di una pellicola a luci rosse. Quasi da non credere. Anzi, sì se si considerano i precedenti fuori del campo del giocatore di Tulua. In due occasioni, nel 1993 e nel 2007, si è prestato a posare nudo per servizi fotografici che hanno fatto il giro del mondo. Bel fisico, Asprilla, e nemmeno una goccia d'imbarazzo.

“Non ho vergogna di nulla, vivo la mia vita in maniera rilassata, non mi piacciono le complicazioni e farmi problemi per qualcosa del tutto naturale", disse in occasione della seconda avventura senza veli. Come dire, datemi un pallone e io vi faccio vedere di che sono capace. Chiedetemi di spogliarmi e io lo farò senza alcun timore. Certo, in cambio di un carico di euro di tutto rispetto, altrimenti che soddisfazione c'è? I più maliziosi hanno pensato che dietro al rifiuto dell'ex fenomeno gialloblù di mostrare le sue doti da amatore davanti a una telecamera ci sia infatti lo scarso compenso che gli avrebbe promesso la casa di produzione del film hot. E invece no, sbagliato. Asprilla ha altri obiettivi per il futuro.

“Non è la prima richiesta di questo tipo che ricevo – ha confessato l'ex calciatore al periodico colombiano “El Tiempo” - ma a me non piace e non lo farei per tutto l'oro del mondo. Amo il calcio e credo di aver già dimostrato quali sono le mie doti”. Sarà, ma c'è chi la pensa diversamente. Un nome su tutti, la fotografa Liliana Toro, che nel lontano '93, al termine di un incontro tra le rappresentative di Colombia e Cile, si intrufolò negli spogliatoi dei Cafeteros e riuscì a immortalare le parti intime di Tino. Parti intime che, lo confermarono in seguito anche alcuni suoi ex compagni di squadra, meritavano rispetto e acclamazione. Da qui, le richieste di posare davanti alla macchina fotografica. E i tanti gossip che gli sono stati cuciti addosso e ai quali lui, Asprilla, a onor del vero si è sottratto raramente.

“Non mi sento sexy – ha aggiunto Tino il fenomeno a “El Tiempo” -, ma con le donne tutto procede per il meglio, non posso certo lamentarmi. Il mio sogno? Si chiama Gaby Espino ed è un attrice e modella venezuelana. E' la donna più bella che abbia mai visto. Ha già una relazione? Peccato, mi accontenterò di una fotografia da appendere in camera”. Asprilla senza pace, anche per via del suo passato da calciatore. Lunedì scorso ha fatto il giro delle redazioni di tutto il mondo la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati di alcuni giocatori del Parma degli anni d'oro. L'accusa? Avrebbero firmato falsi contratti di sponsorizzazione per intascare esentasse 11 milioni di euro. Formalmente, si parla di bancarotta fraudolenta. Tra i campioni finiti nel mirino della Procura di Parma, Hernan Crespo, Sebastian Veron, Luigi Apolloni, Enrico Chiesa, Lilian Thuram, Dino Baggio, Hristo Stoichckov, Tomas Brolin, Lorenzo Minotti e, per l'appunto, Faustino Asprilla.

© Riproduzione Riservata

Commenti