Matteo Politanò

-

Si è giocata ad Ostia la partita benefica che ha coinvolto nazionale attori e nazionale magistrati in ricordo di Sara Di Pietrantonio, studentessa romana di 22 anni uccisa il 29 maggio 2016 dall'ex fidanzato. Una celebrazione che arriva in occasione del 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne.

In prima linea, insieme alla sottosegretaria alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi e alla madre di Sara, Concetta Raccuia, c'era anche Francesco Totti. La bandiera della Roma è tornata in campo per l'occasione, dando il calcio d'inizio ad una partita che ha coinvolto anche Angelo Peruzzi e Simone Perrotta.

Il capitano giallorosso ha resistito alla tentazione di indossare calzoncini e scarpe da calcio e si è prestato alle domande dei giornalisti, soprattutto minimizzando l'esclusione degli azzurri da Russia 2018: "Non andremo ai Mondiali? Beh, ce ne andremo in vacanza...".

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Champions League, ecco le combinazioni che qualificano Juve, Roma e Napoli

A due giornate dalla fine del girone eliminatorio le italiane ancora in corsa. Risultati, classifiche e cosa serve per passare agli ottavi di finale

Juventus, così è troppo poco! Per la Champions (e non solo) serve di più

Anche contro il Barcellona troppi errori dei bianconeri. Qualificazione non a rischio, ma Allegri deve risolvere i problemi per risvegliare la squadra

Juventus-Barcellona 0-0 highlights Champions League | video

Champions League 2017-2018: la guida completa

La corsa alla finale di Kiev del 26 maggio 2018: squadre partecipanti, date, orari, gironi, format e montepremi. Chi dopo il Real Madrid?

Commenti