finale champions league cardiff 2017 juventus real madrid buffon ronaldo pallone d'oro
Calcio

Buffon contro Ronaldo: la finale Champions vale il Pallone d'Oro

Il portiere a un passo dalla leggenda: se vince a Cardiff può imitare Jascin. Si decide tutto in una notte (Messi permettendo)...

Non solo la Champions League e il trono di squadra migliore d'Europa. La notte della finale di Cardiff mette in palio tra Juventus e Real Madrid anche un biglietto per il Pallone d'Oro: Cristiano Ronaldo o Gianluigi Buffon? Una sfida a due con sullo sfondo alcuni spettatori protagonisti (Dani Alves e Dybala) o addirittura spettatori e basta come Leo Messi. Rassegnato a non essere in corsa per il secondo anno di fila.

Buffon contro Ronaldo. Un duello nel duello che accende la fantasia dei tifosi italiani. Dall'incoronazione di Cannavaro nel 2006 davanti a Buffon, come premio per il Mondiale vinto in Germania, un nostro giocatore non arriva davanti a tutti nella classifica più ambita dai calciatori. E prima di Cannavaro solo Gianni Rivera, Roberto Baggio, Paolo Rossi e Omar Sivori (considerato calcisticamente italiano) sono riusciti nell'impresa. Ronaldo da solo ne ha conquistati quattro e punta al pokerissimo.


Buffon sulle tracce di Jascin - Per Buffon si tratterebbe di un'impresa doppia. Intanto coronerebbe una carriera straordinaria arrivando all'apice quando in tanti sono già seduti sul divano a osservare gli altri giocare, poi succederebbe a Lev Jascin nel ristrettissimo gruppo dei portieri premiati con il Pallone d'Oro. Dopo il leggendario numero uno sovietico della Dinamo Mosca (1963) non ci è più riuscito nessuno e Zoff (1973) si è fermato al secondo posto come lo stesso Buffon nel 2006.

Scelta di campo e non di... marketing - Sempre che a dicembre i giurati valutino il risultato del campo e non secondo altri parametri. Dal 2008 non si esce dal dualismo Messi-Ronaldo, che sono certamente dei fenomeni ma che hanno anche la spinta di un'immagine planetaria che si alimenta in un circolo virtuoso.

Non sempre hanno meritato di stare in cima. Ad esempio nel 2010 il Triplete dell'Inter senza nerazzurri sul podio grida vendetta (Sneijder trascinò l'Olanda anche alla finale Mondiale) e nel 2014 la Germania iridata meritava di più del terzo posto di Neuer. Questione di geopolita, sponsor e altre cose extra sportive che possono penalizzare Buffon anche in caso di successo a Cardiff. Che significherebbe Triplete.

1129825

Ronaldo e l'ossessione Messi - Cristiano è spinto dalla volontà di raggiungere Messi in testa alla classifica dei plurivincitori (5). Una rivalità che in questa stagione ha visto prevalere il portoghese già campione di Spagna mentre l'argentino è stato coinvolto nell'annata deludente del Barcellona.

Attenzione, però. Messi ha tantissimi estimatori sparsi per tutto il mondo e vanta numeri personali importanti: Pichici della Liga con 37 gol (25 Ronaldo) e 11 reti segnate nelle 10 partite disputate in Champions League prima dell'eliminzione per mano della Juventus. Tecnicamente è fuori dai giochi, però...

In una stagione senza appuntamenti per nazionali (niente Mondiale, Europeo o Coppa America) è fisiologico che sia la Champions League a decidere dove far pendere il pronostico per dicembre. Tradizionalmente maggio è il mese decisivo e non basta un autunno alla grande per ribaltare un verdetto scritto.

Buffon ha in mano un'occasione storica. Una vittoria significherebbe un premio a tutta la Juventus e anche ad Allegri, ma al tempo stesso certificherebbe la grandezza assoluta di un portiere che ha nel Mondiale 2018 l'ultimo obiettivo della carriera. Arrivarci da numero uno sarebbe uno stimolo in più anche per gli azzurri.

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Commenti