Calcio

Europei 2016: il sorteggio delle debuttanti

Oltre alla sorpresa assoluta Albania, altre 4 squadre per la prima volta nelle urne: Islanda, Slovacchia, Galles e Irlanda del Nord

europei 2016 sorteggio

Gianpaolo Ansalone

-

 Come abbiamo già avuto modo di raccontare (cliccate qui), l'Albania del ct italiano Gianni De Biasi è la vera sorpresa degli Europei di Francia 2016, che conosceranno i loro gironi finali con il sorteggio in programma sabato 12 dicembre. Ma non è l'unica: in totale, infatti, sono ben 5 le squadre arrivate per la prima volta alla fase conclusiva della competizione, tra cui Galles ed Irlanda del Nord, la cui presenza insieme all’Inghilterra fa sì che il Regno Unito abbia un terzetto di squadre come accaduto in precedenza solo ai Mondiali del 1958 in Svezia. Andiamo a conoscerle meglio...

Islanda: una qualificazione che viene da lontano
La "prima volta" dell'Islanda non è frutto del caso, ma di un'attenta pianificazione che per prima cosa ha cercato di ovviare al problema del rigido clima islandese: la Federazione ha infatti deciso di costruire campi regolamentari al chiuso per far sì che ci potesse essere un lavoro continuativo dei suoi calciatori delle giovanili sotto la guida tecnica di allenatori ingaggiati in Spagna e Inghilterra. L'investimento ha dato i suoi frutti a livello di talenti (come Bjarnason, visto con la maglia del Pescara, e l'Halfredsson del Verona) e così si è deciso di puntare per la nazionale maggiore su un ct qualificato come Lars Lagerbaek, con importanti trascorsi sulla panchina della Svezia e un presente che lo vede appunto come il primo allenatore ad aver portato la piccola Islanda a una fase finale degli Europei.

Slovacchia: non solo Hamsik
La Slovacchia non è esattamente un esordiente a livello internazionale, dal momento che ha già giocato i Mondiali 2010 in Sudafrica (eliminando tra l'altro nella fase a gironi proprio l'Italia), ma è comunque alla sua prima europea con una squadra che di fatto è quella di allora, ma con un più elevato grado di esperienza. Ne fanno parte diverse stelle che giocano in campionati e squadre di livello: dal napoletano Hamsik al difensore del Liverpool Skrtel, al milanista Kucka. Una vera e propria mina vagante, anche già in fase di sorteggio.

Galles: nel segno di Bale
Il precedente internazionale del Galles è stato quello ai già citati Mondiali del 1958 (in cui raggiunse pure i quarti), ma quello degli Europei 2016 è comunque un esordio sul massimo palcoscenico continentale. La stella incontrastata è l’ala del Real Madrid Gareth Bale, che con ben 7 reti nelle 10 partite giocate ha letteralmente trascinato i suoi alla qualificazione. Dietro alla quale si cela un altro grande exploit: a fine 2012 il Galles era all'82° posto del ranking Fifa, mentre oggi occupa l'8° e mira a salire ancora...

Irlanda del Nord: meglio di Best
Altra esordiente assoluta di questi Europei è l’Irlanda del Nord, che ha però all’attivo già tre Mondiali (quelli del 1958, in cui arrivò nei quarti proprio come il Galles, poi quelli del 1982 in Spagna e del 1986 in Messico). Squadra mediamente giovane, ha ottenuto un risultato mai conseguito nemmeno ai tempi del grande George Best, di cui possiede però quella dose di follia sportiva che la rende capace di mettere in difficoltà qualsiasi avversaria.

Europei 2016: cosa rischia l'Italia
© Riproduzione Riservata

Commenti