Calcio

Europa League, il Napoli e i rischi della rivelazione Dnipro

Gli uomini di Benitez affronteranno la trasferta nella fredda Dnipropetrovsk. Markevich punta tutto sulla classe di Konoplyanka e sul calore dei tifosi

Dnipro Dnipropetrovsk vs Club Brugge

Matteo Politanò

-

Gli ucraini sul percorso verso Varsavia. Il Napoli pesca il Dnipro, rivelazione di questa Europa League, capace di eliminare il Club Brugge e di arrivare per la prima volta nella sua storia ad una semifinale europea. Dalla città di Dnipropetrovsk al top dell'Europa League la squadra allenata da Miron Markevich cercherà l'impresa contro gli uomini di Benitez. 

Europa League, alla scoperta del Siviglia

Inserito nel girone F dell'Inter la formazione ucraina si è qualificata come seconda perdendo in casa con i nerazzurri per 1-0 e per 2-1 a San Siro. Dai sedicesimi è poi iniziata la cavalcata fino alla semifinale: 2-0 e 2-2 all'Olympiakos, prima dell'impresa contro l'Ajax all'Amesterdam Arena con gli olandesi eliminati ai calci di rigore. L'andata si giocherà al San Paolo il 7 maggio mentre il 14 i tifosi napoletani partiranno alla volta della Dnipro Arena (31 mila posti che saranno tutti esauriti) per spingere Higuain e compagni verso la semifinale. 

491769


Semifinali Champions League: per la Juventus c'è il Real Madrid

Nell'ultimo match d'Europa League contro il Brugge il Dnipro si è schierato con un 4-2-3-1, schema nel quale si adattano i componenti di una rosa che non spicca per qualità. Il Napoli dovrà stare attento al talento di Evgen Konoplyanka, la veloce alla classe 1989 che ha messo in difficoltà tutte le avversarie incontrate. La difesa azzurra dovrà studiare bene anche i movimenti di Kalinic, l'attaccante croato classe 1988 che alterna la posizione da numero 9 con Seleznev. 

© Riproduzione Riservata

Commenti